• Home »
  • Economia »
  • USTICA LINES: SINDACATI PREOCCUPATI PER L’AVVIO DELLE PROCEDURE DI LICENZIAMENTO

USTICA LINES: SINDACATI PREOCCUPATI PER L’AVVIO DELLE PROCEDURE DI LICENZIAMENTO

“Avviata la procedura di licenziamento che vedrà coinvolti più di 400 lavoratori da anni impegnati, insieme con la società di navigazione, a dare lustro e prestigio allo sviluppo turistico ed economico delle isole minori”. La vertenza Ustica Lines torna ad essere una priorità nell’agenda politica ed economica dell’Isola. La società del presidente Vittorio Morace ha aperto il confronto con la Regione ma non ha mai ricevuto una risposta alle sue domande e richieste. Da qui la necessità di cautelare la società avviando le procedure di licenziamento del personale che finora si è occupato dei collegamenti marittimi con le Isole Eolie, Egadi, Pelagie, Ustica e Pantelleria. L’Ustica non ha ancora nessuna certezza sul bando che il governo siciliano ha detto di voler annullare e di conseguenza del relativo contratto. E non ha neanche certezze su quanto già dovuto dalla Regione perché finora nelle casse della società è entrato soltanto il 50% del servizio già fatto da parte dell’Ustica in nome e per conto della Regione perché legittimata dall’aggiudicazione della gara che la stessa Regione ha messo in discussione. Federmar e Stato Maggiore Ustica Lines hanno voluto manifestare tutta la loro preoccupazione per un contenzioso che non soltanto rischia di mettere in gioco centinaia di posti di lavoro ma che rischia di colpire duramente il turismo siciliano in una fase economica che richiederebbe ben altre condizioni. Le due organizzazioni sindacali chiedono una interlocuzione diretta con la Regione. Domani saranno a Palermo per poter parlare con i rappresentanti del governo siciliano.

Commenti

commenti