PIANO PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO, CGIL AVVIA CONFRONTO CON I SINDACI

Facebook

17 Aprile 2015

La Cgil di Trapani chiederà una serie di incontri ai sindaci della provincia al fine di concordare interventi per la crescita, sociale, economica e culturale del territorio. Lo hanno annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa, il segretario generale Filippo Cutrona, il responsabile del Dipartimento sviluppo economico Vito Gancitano e la componente della segreteria provinciale Giacometta Giacalone. “La provincia di Trapani – ha spiegato Cutrona – ha le percentuali di tassazione tra le più alte della Sicilia e a ciò non corrispondono adeguati servizi erogati ai cittadini. Vorremmo aprire un confronto su questo tema che interessa le fasce più deboli della popolazione così come chideremo maggiore attenzione per le politiche sociali”. Le proposte che la Cgil presenterà ai sindaci riguardano anche i Piani triennali delle opere pubbliche che, per il sindacato, “troppo spesso non rispondono alle esigenze dei territori comunali” e l’adozione dei Piani regolatori generali per consentire a coloro che voglio investire di poter usufruire di apposite aree destinate alle imprese. “Confidiamo – ha detto Cutrona – nella sensibilità e nell’attenzione dei sindaci. Di contro la Cgil  per un’incisiva azione di monitoraggio delle problematiche presenti nel territorio ha costituito in tutte le Camere del lavoro dei comitati direttivi con l’obiettivo di fare emergere le criticità dei territori”. “Il ruolo che le Pubbliche amministrazione – ha detto Vito Gancitano – sono chiamate a svolgere è fondamentale per non disperdere le risorse economiche. I comuni possono determinare realmente lo sviluppo del territorio, per questo se non viene elaborata una programmazione studiata ad hoc le risorse andranno perdute”.

 

 

Notizie Correlate