• Home »
  • Economia »
  • LEGGE DI STABILITA’, APPROVATO EMENDAMENTO SU ONERI DI ESTRAZIONE DI CAVA

LEGGE DI STABILITA’, APPROVATO EMENDAMENTO SU ONERI DI ESTRAZIONE DI CAVA

E’ stato approvato oggi dalla terza Commissione Attività Produttive dell’Assemblea Regionale Siciliana un emendamento che prevede canoni di estrazione più contenuti per le imprese del comparto marmifero. Lo rende noto l’onorevole Mimmo Fazio. L’articolo, proposto dalla deputazione trapanese, è inserito nella Legge di Stabilità che andrà prossimamente in aula. Gli operatori del settore estrattivo nei giorni scorsi avevano manifestato a Palermo lamentando la complessità e la farraginosità delle regole per il pagamento degli oneri di cava e chiedendo una riforma organica del settore, ed il varo di regole certe e chiare. L’emendamento prevede, tra le altre cose, un procedimento di calcolo del canone semplificato, legato alle dimensioni del bacino estrattivo ed ai volumi estrattivi. Parametri già indicati all’atto della concessione, quindi già in possesso degli uffici regionali. I canoni di produzione sono destinati per il 50 per cento al comune in cui ricade l’area di cava e per il 40 per cento all’Assessorato regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità. Parte degli introiti destinati ai comuni saranno destinati ad opere di recupero ambientale e, elemento di novità, al recupero dei beni confiscati alle organizzazioni criminali. Inoltre, del gettito destinato alla Regione metà sarà destinato a sostenere il comparto estrattivo attraverso studi e ricerche di settore, monitoraggio e vigilanza, potenziamento delle risorse umane assegnate all’Assessorato per aumentare la sorveglianza, controllo e lotta all’abusivismo in campo estrattivo. Il rimanente 10 per cento viene destinato alla lotta all’abusivismo edilizio. Somme che andranno a costituire un fondo di rotazione per concedere ai Comuni anticipazioni senza interessi sui costi relativi agli interventi di demolizione delle opere abusive e di ripristino dello stato
dei luoghi.

Commenti

commenti