CHIESTA CONDANNA SOVRINTENDENTE POLIZIA DI STATO PER VIOLENZA SESSUALE

13 Aprile 2015

Il pubblico ministero Paolo Di Sciuva ha chiesto la condanna di Gaetano Priulla, sovrintendente della Polizia di Stato, a sette anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale. L’imputato è accusato di avere abusato della moglie di un collega con cui ha intrattenuto una relazione. Secondo l’accusa, dopo la fine del rapporto Priulla avrebbe iniziato a perseguitare l’ex amante costringendola in un’occasione anche a subire un abuso. Il processo proseguirà il 18 maggio con l’intervento dell’avvocato Donatella Buscaino, difensore dell’imputato. La presunta vittima, assistita dall’avvocato Nino Sugamele, s’è costituita parte civile.

Notizie Correlate