AL VIA PROCESSO AD EX DIRETTORE CARITAS LIBRIZZI, IMPUTATO CHIEDE RITO ABBREVIATO CONDIZIONATO

30 Marzo 2015

Il Comune di Trapani, l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione ed alcuni extracomunitari si sono costituiti  parte civile nell’ambito del processo a carico di don Sergio Librizzi, l’ex direttore della Caritas arrestato il 24 giugno dello scorso anno dagli uomini della Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia Forestale con le accuse di concussione e violenza sessuale. L’imputato è accusato di avere preteso prestazioni sessuali da alcuni richiedenti asilo politico. Librizzi ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato condizionato. La richiesta è stata formalizzata questa mattina dal difensore, l’avvocato Donatella Buscaino del Foro di Trapani. Il legale ha chiesto di sentire il dottore Gaetano Vivona, consulente di parte, per valutare la capacità di intendere e di volere dell’imputato, ed il presidente della Commissione territoriale per i richiedenti asilo. Il giudice per le udienze preliminari Antonio Cavasino s’è riservato di decidere. La prossima udienza è fissata per il 13 aprile.

Notizie Correlate