TRAPANI, ABBRUSCATO HA AVUTO LA MEGLIO. LA SUA “INDENNITA'” E’ STATA RIDOTTA

26 Marzo 2015

Il segretario generale del Comune di Trapani Raimondo Liotta ha accolto la richiesta del capogruppo del Pd Enzo Abbruscato e nella determina di liquidazione dei gettoni di presenza del mese di febbraio ha tenuto conto di una nota dell’esponente dei democratici che rifiutava, ufficialmente, la differenza in più che avrebbe percepito dopo la decisione del consiglio di allineare il “massimale” mensile all’indennità massima del sindaco e non a quella effettiva. Per il mese di gennaio Abbruscato aveva fatto la stessa richiesta ma il dirigente pro tempore del settore Affari Generali Francesco Guarano non l’aveva accolta trasferendo al consigliere del Pd la somma mensile complessiva di 1.779 euro. Abbruscato aveva protestato duramente annunciando anche una eventuale azione legale contro il Comune che sarebbe stato citato per danni. Nel frattempo il sindaco Vito Damiano ha proceduto a definire un nuovo assetto dei vertici dirigenziali, affidando il primo settore al segretario generale. Lo stesso Liotta, in aula, rispondendo alle domande di Abbruscato, aveva precisato che di fronte ad una richiesta ufficiale di un consigliere gli uffici non avrebbero potuto che prenderne atto. Liotta aggiungeva che la differenza in più tra il “massimale” con il 30% di riduzione per lo sforamento del patto di stabilità e quello attuale sarebbe rimasto nelle casse del Comune. Il mensile “ridotto” è di 1.245,37 euro (-30%). Quello percepito dopo la modifica dello status di consigliere e dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha azzerato la “sanzione” della riduzione del 30% è di 1.779 euro. Ad Abbruscato, così come aveva chiesto, ma prima non ottenuto, è stato trasferito l’importo mensile di 1.245,37 euro. C’è da dire che nel mese di febbraio il capogruppo del Pd ha partecipato a 17 sedute, tra consiglio e commissioni, che avrebbero determinato un “massimale” di 1.479 euro. La differenza rimasta nelle casse del Comune è dunque di poco più di 233 euro.

Notizie Correlate