DIREZIONE REGIONALE PD: LA PRIMA MOSSA SPETTA A RUGGIRELLO

21 Febbraio 2015

La direzione del Pd siciliano è andata avanti fino al pomeriggio. Tanti interventi e tanti i temi da affrontare. Tra i più attesi quello dell’adesione di “Articolo 4”. Il segretario regionale Fausto Raciti ha dato il suo via libera. Ma anche chiesto a chi aderisce di cessare le proprie attività politiche autonome. Dalla federazione che è stata sperimentata alle elezioni Europee all’adesione senza se e senza ma. Raciti ha invitato il partito a stare calmo ed a considerare le richieste di adesione come una conferma della forza del partito. Adesioni che non possono essere considerate come uno strumento di lotta interna tra le componenti. Ad ascoltare con attenzione le parole di Raciti su “Articolo 4”  c’era il vertice del Pd trapanese al completo. In gioco c’è l’adesione dell’onorevole Paolo Ruggirello che finirebbe per scompaginare gli equilibri politici interni al Pd provinciale. L’indirizzo politico di Raciti ha messo tutti d’accordo, maggioranza e minoranza. La tesi del segretario regionale è chiara. Non è il Pd che deve fare un passo avanti ma chi intende aderirvi che deve fare la prima mossa e soprattutto entrare senza portarsi dietro null’altro che la volontà politica di contribuire al rafforzamento del partito. Tradotto dal politichese è Ruggirello che deve chiedere l’adesione al Pd. Ed è Ruggirello a doverlo fare rispettando e seguendo le regole del Pd. La prima mossa tocca a lui. Di conseguenza fino a quando non ci sarà una richiesta ufficiale di adesione la questione Ruggirello non esiste. Fuori dalle dichiarazioni ufficiali è sempre più evidente che l’ingresso di “Articolo 4” nel Pd ha coperture nazionali e regionali che non potrà mai essere una federazione locale a stroncare. Ma in tanti, nel Pd, ritengono che Ruggirello non abbia alcun interesse ad entrare a far parte di un partito come il Pd che ha già una sua struttura. Ruggirello per entrare dovrebbe rompere la sua struttura politica e dire soprattutto ai suoi che bisogna confrontarsi all’interno del Pd. Confronto che potrebbe determinare qualche passo indietro all’interno di amministrazioni e consigli e di fronte alla prossima tornata elettorale come quella che interessa la città di Marsala. Paletti che nel Pd vengono considerati difficili da superare da parte di Ruggirello.

Notizie Correlate