SALONE: “SI’ AI TAGLI AGLI AMMINISTRATORI MA ANCHE A REGIONE ED ARS”

20 Febbraio 2015

Una mozione che sa di provocazione politica. L’ha presentata ieri sera in aula il consigliere di Forza Italia Francesco Salone e sarà discussa in una delle prossime sedute d’aula. L’esponente berlusconiano prende spunto dalla legge di stabilità che sta per essere discussa all’Assemblea regionale siciliana e che prevede un taglio alle indennità degli amministratori locali. Prevede anche una riduzione del numero di consiglieri. A Trapani, ad esempio, se la “riforma” dell’assessore alle Finanze Alessadro Baccei dovesse trovare il sostegno del Parlamento siciliano, i consiglieri passerebbero da 30 a 24. Baccei propone non soltanto la riduzione delle indennità di sindaco, assessori e consiglieri comunali ma anche una stretta sui permessi di chi deve assentarsi dal posto di lavoro per partecipare alle sedute consiliari o di commissione. Previste anche riduzioni ai rimborsi dovuti dai Comuni ai datori di lavoro per le giornate in cui il dipendente si assenta per l’attività legata alla carica elettiva. Di fronte a questa nuova gestione degli enti locali la mozione impegna il presidente del consiglio ed il sindaco di Trapani ad avanzare al governo regionale ed al Parlamento siciliano la stessa politica di tagli. La mozione indica il percorso da seguire. La riduzione delle indennità di assessori regionali e di presidente della Regione dovrebbe portarli ad avere un’indennità pari a quella corrisposta “al sindaco del più grande Comune della Sicilia”. Taglio proposto anche per i parlmentari regionali con un’indennità pari a quella “dei consiglieri comunali del più grande Comune della Sicilia”. La mozione invita il presidente Peppe Bianco ed il sindaco Vito Damiano ad inviare la mozione all’ANCI Sicilia e a proporla anche agli altri Comuni dell’Isola per approvarla con lo stesso contenuto. E’ ormai scontro frontale tra amministratori locali e Regione sulla politica dei tagli. Lo stesso presidente dell’ANCI Sicilia Leoluca Orlando ha preso posizione contro i tagli agli amministratori locali. “Noi – ha dichiarato Salone – siamo pronti ad accettare i tagli ma anche loro devono avere la stessa responsabilità”.

Notizie Correlate