ALCAMO, ALLEANZA DEMOCRATICA “SCARICA” SINDACO E MAGGIORANZA

7 Febbraio 2015

Area Democratica rompe con il sindaco di Alcamo Sebastiano Bonventre (nella foto). In un sol colpo ritira la fiducia al primo cittadino ed esce dalla maggjoranza. Il movimento di Pasquale Perricone ha atteso un cambio di rotta nel governo della città che non è mai arrivato e ne ha tratto le conseguenze. AD era fuori dalla giunta dal febbraio dell’anno scorso quando il suo assessore Gino Paglino rassegnò le dimissioni a seguito di un rimpasto che il movimento ritennne rabberciato e senza progetto amministrativo. Da quel momento AD ha lasciato l’amministrazione ma ha continuato a fare la sua parte all’interno della maggioranza. Ora ha deciso di uscire anche dalla coalizione perchè “sindaco e forze politiche dell’attuale maggioranza hanno continuato ad amministrare inseguendo l’ordinario, senza una vera e propria strategia politico-amministrativa”. AD mette sotto accusa “l’approssimazione e l’improvvisazione” in settori che ritiene fondamentali per il rilancio della città come la pianificazione territoriale e finanziaria del Comune. Sotto accusa anche la soluzione che l’amministrazione ha scelto per migliorare la viabilità nel centro storico. Per il movimento non ci sono più le condizioni per collaborare. Viene così considerato “esaurito il rapporto di fiducia con l’amministrazione”. AD si sfila anche dalla maggioranza e da “movimento politico moderato e riformista” punta a riprendersi “piena autonomia di giudizio senza vincolo di coalizione”. Alleanza Democratica può contare su 3 consiglieri. Dopo il documento politico di AD la maggioranza che sostiene Bonventre è dunque più debole.

Notizie Correlate