ODDO: “A CASTELVETRANO BISOGNA MEDIARE”

5 Febbraio 2015

“Ci penso io”. A Castelvetrano è in atto una rottura tra Psi e Pd sulla linea da tenere nei confronti del sindaco Felice Errante. Da qui la decisione dell’onorevole Nino Oddo d’intervenire in prima persona: “Nelle prossime ore mi riprometto di lavorare per mediare, nel tentativo di non rendere vano il buon lavoro finora portato avanti dalla giunta guidata dal sindaco Errante e dal suo vice Marco Campagna convinto come sono che sia prioritario muoversi nell interesse della città, mettendo insieme le forze migliori in campo, come del resto era stato nello spirito della coalizione che ha vinto le ultime amministrative”. Il deputato regionale socialista rilancia il patto federativo tra i due partiti considerandolo “un punto di riferimento certo in un quadro poliitco frastagliato, caraterizzato dal continuo nascere di movimenti di dubbia collocazione ideologica”. Il patto rischia di franare perché il Psi ha già detto sì alla scelta di Errante di nominare in giunta un assessore del Nuovo Centrodestra – il suo partito – che fa capo all’onorevole Giovanni Lo Sciuto. Soluzione che il Pd contesta duramente. I democratici ritengono che la nomina di un assessore in quota a Lo Sciuto archivierebbe la coalizione che ha vinto le elezioni. Lo Sciuto si è candidato contro Errante. Da qui il no dei democratici. Dissenso condiviso da “Città Nuova” e da “Castelvetrano Democratica Unita”, movimenti vicini all’ex sindaco Gianni Pompeo. Il Psi invece è pronto a sostenere Errante, che nel frattempo ha azzerato la giunta, anche con un’apertura a Lo Sciuto. Sulla stessa lunghezza d’onda l’Udc dell’onorevole Mimmo Turano. Una nota dei due consiglieri neodemocristiani Salvatore Ingrasciotta e Pietro Barresi conferma il sostegno all’amministrazione Errante e dà un sostanziale via libera al coinvolgimento dell’area Lo Sciuto del Nuovo Centrodestra.

 

 

 

Notizie Correlate