“BANCONOTA DA 500 EURO FAVORISCE MAFIA E TERRORISMO”. CORRAO PRESENTA INTERROGAZIONE

5 Febbraio 2015

L’eurodeputato Ignazio Corrao chiede di interrompere la produzione di banconote da cinquecento euro. Secondo l’esponente del movimento 5 Stelle, “la banconota da cinquecento euro favorisce mafia e terrorismo”. Corrao ha presentato un’interrogazione parlamentare con cui chiede l’applicazione della risoluzione approvata dal Parlamento europeo il 23 ottobre 2013 a Strasburgo. Al punto 117 si legge, infatti, che “si invitano i paesi della zona euro a non stampare più banconote di taglio superiore a 100 euro”. “Dal 2002 al 2014 – spiega Corrao – in Europa è aumentato di sei volte il numero in circolazione di banconote da 500 euro. Chi le detiene? In un provvedimento della Banca d’Italia si legge che l’utilizzo di banconote di grosso taglio presenta un maggiore rischio di riciclaggio e/o di finanziamento del terrorismo. Mafiosi, tangentisti e terroristi usano queste banconote perché non lasciano tracce . Fuori dall’Europa hanno imparato la lezione. Nel maggio 2010 il Regno Unito ha vietato il cambio con banconote di 500 euro dopo che il Serious Organised Crime Agency (SOCA) ha stimato che il 90% erano in mano alla criminalità organizzata. Negli Stati Uniti le banconote con taglio superiore ai 100 dollari non esistono più del 1934. In Gran Bretagna il taglio massimo arriva a 50 sterline (circa 70 euro). In Giappone, invece, il taglio più elevato si ferma a 10000 yen (circa 100 euro). La BCE invece cosa fa? Chiude un occhio e continua a stampare banconote di grosso taglio come se nulla fosse. Solo nel 2014 ha ripreso a stamparne per un valore pari a 85 milioni. Ovvio – conclude Corrao – che le banconote da 500 euro non sono di uso comune per il semplice fatto che molte delle famiglie italiane, quella banconota non l’hanno mai neanche vista dato che tra gli anziani è già fortunato chi percepisce una pensione di 400 euro. L’Europa dei banchieri getti la maschera e la pianti di essere complice del malaffare”.

Notizie Correlate