TRAPANI, IL NUOVO CONSIGLIO CON “SALVINI” ED IL CENTROSINISTRA AVANTI

27 Dicembre 2014

Il consiglio comunale di Trapani cambia ancora “volto”. Fa il suo ingresso il movimento del leader della Lega Nord Matteo Salvini. Ha ufficializzato la sua adesione al movimento “Noi con Salvini”, il consigliere ex Pdl Felice D’Angelo. Quando il Pdl ha subito la scissione ed i suoi rappresentanti sono stati chiamati a scegliere tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra, D’Angelo, che già si era all0ntanato dal Pdl, ha deciso di rimanere in posizione d’attesa. Ora ha fatto la sua scelta che porta a modificare i rapporti interni al centrodestra trapanese che dovrà fare i conti anche con questo gruppo politico. Forza Italia conferma la sua leadership nella coalizione con i suoi 6 consiglieri (Francesco Salone, Vito Mannina, Giovanni Vassallo, Totò La Pica, Giuseppe Guaiana e Nicola Lamia). Più che di coalizione è però meglio parlare di area politica perché non ci sono contatti tra berlusconiani e “salviniani”. C’è invece la linea dettata dal coordinatore provinciale del partito forzista Antonio D’Alì. Per il senatore si tratta di un progetto politico pericoloso per il Sud e la Sicilia. Difficile dunque il dialogo. Le forze di centrodestra si fermano qui al momento a Palazzo Cavarretta. Poi ci sono i gruppi che richiamano al centrosinistra. Prima però bisogna inserire il gruppo civico Uniti per il Futuro dell’onorevole Mimmo Fazio. Con lui, Franco Ravazza e Giuseppe Ruggirello. Il gruppo di centrosinistra più consistente è quello di “Articolo 4” con 4 consiglieri (Nicola Sveglia, Giuseppe La Porta, Silvio Mangano e Francesco Guarnotta). E’ sceso da 4 a 3 consiglieri il gruppo del Psi (Domenico Ferrante, Andrea Vassallo e Pietro Cafarelli). Sono sempre stati 3 invece i consiglieri del Partito Democratico (Ninni Passalacqua, Nino Grignano ed Enzo Abbruscato). Le forze politiche rappresentate in consiglio sono dunque 6. In tutto 20 consiglieri che si presentano in equilibrio: 10 consiglieri che fanno riferimento al centrosinistra ed altri 10 al centrodestra se si fa riferimento al fatto che Fazio è stato eletto all’Ars nella lista del Pdl. Gli altri 9 consiglieri – Giuseppe Ruggirello del 1958 è sospeso dopo una condanna – fanno parte del gruppo misto. Si tratta di Tiziana Carpitella (ex Psi) che ha dichiarato di farne parte momentaneamente, Nick Giarratano, Giorgio Colbertaldo, Michele Cavarretta, il presidente Peppe Bianco, Ninni Barbera, Salvo Pumo, Nino Bianco e Franco Briale. Il “misto” è il gruppo consiliare più rappresentativo ma non ha una linea politica perché i suoi componenti, nella maggior parte dei casi, sono dei battitori liberi. Il consiglio tornerà a riunirsi lunedì prossimo. Dovrebbe essere l’ultima seduta del 2014. All’ordine del giorno ci sono, tra le altre cose, alcuni debiti fuori bilancio che potrebbero aprire e soprattutto accendere il dibattito politico.

 

Notizie Correlate