AGENTE AGGREDITO DA DETENUTO NEL CARCERE DI FAVIGNANA

Un agente di polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto venerdì scorso all’interno del carcere di Favignana. Lo rende noto il segretario regionale dell’Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria Rosario Di Prima. L’agente ha riportato delle lievi ferite giudicate guaribili in sei giorni, ma l’episodio rilancia l’emergenza della carenza di organici. “Pare che l’episodio sia isolato  e che non vi siano state altre situazioni che avrebbero potuto mettere in pericolo la sicurezza dell’istituto”, dice Di Prima. “È del tutto evidente però che diversi fattori hanno determinato la criticità del caso e in primo luogo l’esiguità del personale di polizia penitenziaria in servizio. Esprimiamo piena solidarietà al collega aggredito con l’augurio di una pronta guarigione con la speranza che l’amministrazione penitenziaria riveda la propria posizione sugli organici”.

Commenti

commenti