GETTONE DI PRESENZA, DELIBERA RITIRATA. NESSUN CONSIGLIO SU BIRGI

L’amministrazione Damiano ha ritirato la delibera che rimodula il gettone di presenza dei consiglieri comunali. L’aula di Palazzo Cavarretta non terrà, almeno per il momento, una seduta straordinaria sull’aeroporto di Birgi, così come era stata proposta da un gruppo di consiglieri, primo firmatario della richiesta il consigliere del Pd Ninni Passalacqua. Del bilancio di previsione 2014 non ci sono tracce. L’amministrazione sta cercando di far quadrare i conti ma finora non c’è riuscita perché l’atto deliberativo non è stato trasmesso alla presidenza del consiglio comunale. A Palazzo si vocifera di una possibile nuova proroga del governo nazionale per l’approvazione degli strumenti finanziari. L’ultima è già scaduta lo scorso 30 settembre. Sono le informazioni che sono state raccolta nella riunione dei capigruppo che si è svolta stamattina. La delbera sui gettoni – 66 o 99 euro? – è stata ritirata per essere ridefinita. Dovrà dunque essere riscritta e poi inviata nuovamente al consiglio. La seduta su Birgi non si farà perché al momento c’è poco da discutere perché le dinamiche di rilancio dell’aeroporto sono tutte ancora in corso, a partire dall’assemblea dei soci del prossimo 3 novembre quando dovrebbe arrivare il via libera all’aumento di capitale da 7 milioni di euro. Sul bilancio la conferenza dei capigruppo sa poco e può soltanto seguire le polemiche a distanza tra il sindaco che scarica la responsabilità del “buco” da un mlione e 300 mila euro sull’aula che ha ridotto la Tasi dal 2,5 all’1,7 per mille ed i consiglieri – almeno alcuni – che gli rispondono per le rime e lo invitano a definire i tagli senza colpire i soliti noti e senza mettere in discussione servizi essenziali che finora sono stati erogati dal Comune. In prima linea i servizi sociali.

Commenti

commenti