TRAPANI, TRANCHIDA: “VARIANTE AL PRG PER IL SOTTOPASSAGGIO ALLA FERROVIA”

Potrebbe essere la volta buona per superare la divisione della città in due dalla linea ferrata. L’amministrazione Tranchida ha approvato un atto d’indirizzo che dà il via libera ad un progetto della Rete Ferroviria Italiana – direzione investimenti Palermo – che punta a realizzare un’opera in galleria per consentire il sottopassaggio della ferrovia. Per decenni s’è discusso di quest’intervento che ha anche avuto, nel dibattito, la variabile del sovrapassaggio. La RFI dovrà però fare i conti con la manovra del governo Conte che ha tagliato i fondi per le ferrovie. Il sottopassaggio verrebbe realizzato all’interno dell’intervento più ampio di ripristino della linea ferrata Palermo-Trapani, Via Milo, in particolare sulla tratta Alcamo diramazione-Trapani. L’opera è prevista a circa 900 metri di distanza dalla stazione ed ha – si legge in una nota del sindaco  – “l’obiettivo di migliorare sia la sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria, sia di connettere la trama urbana, oggi, separata dalla stessa linea ferrata. Conseguentemente sarà eliminato il passaggio a livello di Via Capitano Sieli”. La nota del sindaco prevede oltre al sottopassaggio anche “la sistemazione della viabilità stradale per l’eliminazione dei punto di conflitto con la linea ferrata, la realizzazione di una rotatoria in Via Marsala e l’inserimento di un innesto a T in Via Virgilio”. Opere che dovranno essere anticipate da una variante urbanistica. Di conseguenza, carte e progetti passeranno al vaglio del consiglio comunale. Per Tranchida “la variante al Piano regolatore generale, proposta con il progetto preliminare di RFI in esame consentirà finalmente di unire la città, agevolando la mobilità cittadina”.

Commenti

commenti