• Home »
  • Attualità »
  • ERICE, IL CAMPUS UNIVERSITARIO SI FARA’. IL CONSIGLIO APPROVA GLI EMENDAMENTI DELL’OPPOSIZIONE

ERICE, IL CAMPUS UNIVERSITARIO SI FARA’. IL CONSIGLIO APPROVA GLI EMENDAMENTI DELL’OPPOSIZIONE

Due scuole di pensiero a confronto ed una delibera da approvare. Da un lato la maggioranza e l’amministrazione Toscano a spingere per la realizzazione del Campus Universitario, come strumento e base per rilanciare la struttura universitaria. Prima i servizi e poi nuovi corsi, per sintetizzare. Dall’altra l’opposizione, favorevole al rilancio dell’Università, ma con il sistema alternativo, prima i corsi  poi le strutture perché altrimenti il Campus finirebbe per non essere utile. La delibera, con la deroga ai parametri urbanistici della zona, il Campus dovrà essere costruito dietro il Consorzio Universitario, è stata approvata all’unanimità. Le polemiche dei giorni scorsi e che hanno accompagnato l’atto anche in aula sono state sconfitte dal confronto e dalla sintesi. La delibera, emendata, è stata approvata all’unanimità. Gli emendamenti sono arrivati dai banchi dell’opposizione (Simona Mannina, Alessandro Manuguerra, Giuseppe Vassallo ed Alessandro Barracco) ed hanno colto nel segno. Saranno realizzati 95 posti letto, ma con un indice ridotto, da 3 a 2,51 metri cubi per metri quadrati. Ed in più i locali a pianoterra dovranno essere utilizzati soltanto per i servizi universitari. Modiifche che in qualche modo offrono garanzie per i dubbi espressi dall’opposizione. In assenza di una reale ricettività universitaria del futuro Campus la minoranza ha denunciato il rischio di una vera e propria speculazione edilizia. Gli emendamenti hanno provato ad allontanare il sospetto blindando sempre di più il Campus alla sua funzione di rilancio dell’attività universitaria attraverso nuovi servizi anche logistici come in questo caso. Il resto dell’area dei servizi universitari ha mantenuto l’indice edilizio allo 0,75 metri cubi per metri quadrati.

Commenti

commenti