• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, IL PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE AFFIDATO AD UNA SOCIETA’ DI BOLOGNA

TRAPANI, IL PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE AFFIDATO AD UNA SOCIETA’ DI BOLOGNA

Il Piano urbano della Mobilità sostenibile sarà definito in collaborazione tra i Comuni di Trapani ed Erice. L’offerta di Palazzo D’Alì di condividere le scelte del nuovo sistema di mobilità è stata accettata dall’amministrazione ericina e di conseguenza il Piano sarà calibrato sulle esigenze dei due Comuni che tuttavia rappresentano un unico territorio. La società “SISPLAN” di Bologna realizzerà il Piano, che dovrà essere consegnato entro 180 giorni dalla firma del contratto. La giunta Tranchida ha deciso di puntare su un incarico esterno “verificato – si legge nell’atto deliberativo – che all’interno dell’ente non vi sono professionalità in grado di affrontare tutte le problematiche riguardanti la redazione del PUMS e dei documenti a latere necessari, nonchè le attività di comunicazione necessarie, senza contare l’assoluta inesperienza in ordine alle analisi di traffico necessarie per il PUMS”. In sintesi: a Palazzo D’Alì non c’è nessuno in grado di elaborare il Piano. La spesa per il Comune sarà di 25.000 euro. Si tratta dell’offerta dalla “SISPLAN”, che è riuscita a superare la concorrenza di altre 12 offerte. L’invito del Comune era stato inviato a 33 società specializzate. L’affidamento diretto velocizza le procedure per definire un Piano che dovrà avere una visione decennale della mobilità nel territorio trapanese ed ericino. L’amministrazione Tranchida potrebbe smistare la sua attività all’ATM. Le indagini per realizzare il Piano si occuperanno, tra le altre cose, del monitoraggio della dinamica del traffico cittadino, delle manovre di svolta agli incroci e dell’origine e destinazione del traffico privato in entrata, anche con interviste agli automobilisti.

Commenti

commenti