• Home »
  • Attualità »
  • CONGRESSO PD, PARTE LA CORSA PER LA SEGRETERIA PROVINCIALE. CAMPAGNA NON HA ANCORA DECISO

CONGRESSO PD, PARTE LA CORSA PER LA SEGRETERIA PROVINCIALE. CAMPAGNA NON HA ANCORA DECISO

Il Pd trapanese riparte. Dalla direzione di stasera – appuntamento alle 20, al centro di cultura gastronomica “Nuara”, in via Bastioni – che ha un solo punto all’ordine del giorno: “adempimenti congressuali”. E’ invece sulle “canoniche”, varie ed eventuali che potrebbe aprirsi un dibattito più ampio sullo stato di salute del partito in provincia. I congressi comunali e quello provinciale si dovranno svolgere in un periodo contingentato, dal 20 novembre al 2 dicembre. Ecco perché la segreteria provinciale è al lavoro a pieno regime per consentire lo svolgimento di questa prima fase. I circoli definiranno linea politica e dovranno eleggere i rispettivi segretari, oltre a designare i delegati al congresso provinciale ed a quello regionale. Le candidature per l’elezione a segretario dovranno essere presentate entro il 17 novembre. Anche per quella alla segreteria provinciale. Ed è qui che c’è il primo nodo politico da sciogliere. Il segretario uscente Marco Campagna dovrà dire se intende ricandidarsi o passare la mano ad altri. Al momento il dirigente Pd sarebbe in pausa di riflessione. Di conseguenza, la sua candidatura alla segreteria potrebbe anche essere riproposta. Campagna dovrà dunque muoversi su due fronti: quello organizativo per portare a termine la fase congressuale, ma anche quello politico e personale che rimanda ad un esame della sua direzione del partito ed alla sua eventuale volontà di andare ancora avanti. Il dibattito all’interno delle componenti dem è aperto da qualche settimana. Ci sono già state riunioni informali che hanno consentito di fare il punto sul Pd trapanese. Se la riconferma di Campagna non è per nulla scontata, rimane un rebus anche la soluzione alternativa. Dal cosiddetto “ventre molle” del partito sono usciti fuori i nomi dell’ex senatrice Pamela Orrù e dell’ex segretario comunale del Pd di Marsala Antonella Milazzo, ma la discussione è rimasta soltanto nominativa, senza alcun elemento politico in grado di rafforzarla. Le vicende trapanesi s’intrecciano più che mai con quelle regionali perché rimane in gioco la candidatura alla segreteria regionale dell’onorevole Baldo Gucciardi. Soltanto la fase congressuale regionale prevede le primarie aperte dopo il confronto interno che si terrà il prossimo 16 dicembtre in sede di assemblea regionale. Se ci saranno più candidati alla segreteria – un dato che appare scontato – si apriranno le porte delle primarie del Pd siciliano. Una forte spinta al cambiamento, con la proposta di superare l’attuale dirigena del Pd, in tutti e tre i livelli, comunale, provinciale e regionale, potrebbe arrivare da Trapani. Più di una componente interna ritiene che vi sia soltanto una via da seguire per rilanciare il partito, quella del rinnovamento totale dei vertici del Pd che non significa “rottamazione” ma superamento degli attuali equilibri politici interni.

Commenti

commenti