DISTRETTO DELLA PESCA, CARLINO: “GLI EQUIPAGGI STANNO BENE”

Preoccupato ma anche fiducioso. Il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu Nino Carlino ha fiducia nelle istituzioni italiane: “Siamo in stretto contatto con la Farnesina ed il governo regionale, fiduciosi che la vicenda possa essere risolta nel breve tempo possibile”. I due pescherecci mazaresi “Afrodite Pesca” e “Matteo Mazzarino” sono nelle mani dei militari libici. Il Distretto aggiunge qualche altro particolare sul sequestro: “Ieri sera, fra le ore 20 e 21, due motopesca di Mazara del Vallo sono stati sequestrati a circa 30 miglia dalle coste della città libica di Derna da una motovedetta nordafricana”. Ed ancora: “Il sequestro sarebbe avvenuto a circa 30 miglia dalla costa libica, all’interno della cosiddetta Zona Economica Esclusiva, che la Libiadal 2005 ha stabilito unilateralmente estendendo di fatto le proprie acque nazionali 62 miglia oltre le 12 convenzionali. I militari a bordo della motovedetta libica avrebbero fermato i due motopesca sparando colpi di mitra che non avrebbero colpito nessuno degli uomini di equipaggio. I militari avrebbero inoltre ordinato ai due comandanti di seguire la motovedetta fino al porto Ras Al Hilal, a est di Derna . Gli stessi militari libici appena arrivati in porto avrebbero rassicurato i comandanti sul possibile rilascio dei due motopesca non appena quantificata la sanzione per l’attività svolta all’interno della ZEE. I membri dei due equipaggi stanno bene”.


 

 

Commenti

commenti