TRAPANI, SCOPPIA USB ISPETTORE DI POLIZIA FERITO. LA SOLIDARIETA’ DELLA UIL

La Usb era sospetta e di conseguenza faceva ormai parte di un’indagine in corso. Usb recapitata ad un avvocato, come comunicazione da parte del suo Ordine professionale. Ma il punto, sospetto, era che l’Ordine non gli aveva mai inviato la busta con la chiavetta Usb. Ecco perché l’avvocato si è rivolto alle forze dell’ordine. Le indagini non potevano che cominciare dalla verifica del contenuto della Usb ed è quello che stava facdendo l’ispettore di polizia giudiziaria Gianni Aceto prima di rimanere ferito ad una mano a causa della sua esplosione. Non era dunque una Usb come tante ma qualcosa di più e soprattutto di assolutamente pericoloso. All’ispettore Aceto è arrivata la solidarietà del segretario provinciale della Uil Eugenio Tamburello e del segretario della Uil Polizia di Trapani Salvatore Balduccio. “All’ispettore – hanno dichiarato Tumbarello e Balduccio – esprimiamo la nostra piena solidarietà e gli auguri di pronta guarigione, auspicando che al più presto possano trovarsi i colpevoli del vile atto”. Indagini in corso per capire cosa è accaduto e per accertare le responsabilità.

Commenti

commenti