• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, ARRIVA LA NUOVA “NOTTE BIANCA”. ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON IL LUGLIO MUSICALE

TRAPANI, ARRIVA LA NUOVA “NOTTE BIANCA”. ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON IL LUGLIO MUSICALE

Giacomo Tranchida tira dritto e non si fa condizionare delle polemiche di un comitato del centro storico. Il prossimo 13 ottobre sarà ancora Notte Bianca. La prima si è svolta – con successo – lo scorso 14 settembre. Il comitato ha alzato la voce per le emissioni sonore e per il “tranbusto” di un evento fatto di musica, spettacoli ed incontri concentrati nella parte più vecchia della città ed il primo cittadino ha risposto riproponendo la manifestazione. Trapani non è nuova alle Notti Bianche. Sono state infatti una costante dell’attività amministrativa dell’ex sindaco Mimmo Fazio. Durante la sua azione di governo le Notti Bianche erano un marchio di rilancio culturale e turistico di molte città. In sintesi: andavano di moda. Tranchida sta provando a rilanciarle. Ed il risultato dello scorso mese di settembre è stato sicuramente incoraggiante. Notte Bianca a carico del Luglio Musicale Trapanese. “Il Comune di Trapani – si legge nell’accordo di collaborazione tra l’amministrazione e l’ente – non dispone delle risorse umane e strumentali necessarie per l’organizzazione di iniziative culturali-ricreative e pertanto ha ritenuo di avvalersi della collaborazione del Luglio”. C’è già una bozza di programma. Si tratta di un affidamento diretto. Il Comune ha deciso di compartecipare alle spese a carico del Luglio stanziando la somma di 3.000 euro. Contributo che arriva dal fondo di riserva del bilancio comunale. Inizialmente il Comune aveva stanziato 2.000 euro. Il consigliere delegato Giovanni De Santis ha però fatto un po’ di conti, mettendo in evidenza alcune spese che avrebbero superato il budget messo a disposizione del Comune. Da qui la corrispondenza con l’assessore alla Cultura Rosalia D’Alì e la decisione della giunta di aumentare la compartecipazione ad un massimo di 3.000 euro. Spese che comunque il Luglio dovrà rendicontare.

Commenti

commenti