TRAPANI, TENTATA RAPINA E FURTO. ARRESTO IN VIA MARCONI

A “Saponando” aveva dovuto darsela a gambe per evitare il peggio. Alla Farmacia Di Via di Via Marconi era andata meglio perché era riuscito a portarsi via 400 euro, ma i Carabinieri hanno stretto il cerchio e poco prima della mezzanotte di ieri l’hanno arrestato. Per Francesco Scibilia, conosciuto alle forze dell’ordine, e sottoposto a sorveglianza speciale – con divieto di uscire da casa dalle 20 alle 7 del mattino -, si sono così aperte le porte del carcere. Il 23enne era entrato nel negozio “Saponendo” con un bastone di ferro in mano ed il volto coperto con un passamontagna per non farsi riconoscere. Voleva i soldi, ma si è messo nei guai perché la reazione del padre della titolare dell’attività commerciale è stata immediata ed efficace. Scibilia ha capito che si stava mettendo male e che avrebbe avuto la peggio ed ha preferito scappare. Ma non dal desistere dall’intento di trovare un po’ di soldi. Così alla segnalazione arrivata ai Carabinieri per quel che era accaduto a “Saponando”, alle 19 circa, ne arrivava, immediatamente dopo un’altra dalla farmacia Di Vita. Scibilia l’aveva presa di mira e qui era riuscito per la distrazione di una commessa a prendere 400 euro dalla cassa. Ma non aveva fatto i conti con l’impianto di videosorveglianza della farmacia. I Carabinieri l’hanno identificato dalle immagini e si sono messi sulle sue tracce. Il cerchio cominciava a stringersi ed alla fine Scibilia è stato fermato dai Carabinieri che lo cercavano nei pressi della Via Marconi. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di ritrovare gli indumenti indossati al momento del suo ingresso a “Saponando” e alla farmacia, il bastone di ferro lungo 45 centimetri ed il passamontagna fatto con una calza di nylon. Le accuse nei confronti di Scibilia: furto e tentata rapina.

Scibilia

Francesco Scibilia

 

 

 

 

Commenti

commenti