TRAPANI, LE OFFERTE ECONOMICHE PER IL NUOVO TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO

Un altro passo avanti per la realizzazione di un nuovo terminal passeggeri al porto di Trapani. Lunedì prossimo, alle ore 13, scadrà il termine per presentare le offerte per la sua realizzazione. Una piazza coperta, con zone di attesa climatizzate, un info point, un’unica biglietteria per le compagnie di navigazione ed anche un bar-caffetteria. Un progetto che porta la firma degli architetti Antonino Giglio (ex assessore del Comune nella giunta del sindaco Vito Damiano) ed Anna Igea Garretto, oltre che dell’ingegnere Enrico Petralia. Le offerte delle ditte invitate – per sorteggio dall’albo fornitori – dell’Autorità Portuale di Sistema della Sicilia Occidentale – saranno verificate già il giorno dopo la loro presentazione. La prima seduta pubblica si terrà infatti il 28 agosto.L’importo a base d’asta – il sistema di aggiudicazione è quello della procedura negoziata e del minor prezzo – è di 985.843,98 euro. Chi riuscirà a spuntarla avrà 180 giorni di tempo per realizzare il nuovo terminal. Di conseguenza, la stagione turistica 2019 dovrà essere contrassegnata da questa nuova struttura portuale nella zona di attracco degli aliscafi per le isole minori. La spesa complessiva prevista dall’Autorità di Sistema è di un milione e 200 mila euro. Il responsabile del procedimento è l’ingegnere Paolo Tusa. Il progetto era stato presentato alla fine di gennaio a Trapani dal presidente dell’APDS Pasqualino Monti. La Liberty ha fatto la sua parte sul fronte tecnico-progettuale e già in quella occasione manifestò la sua volontà di partecipare alla realizzazione del terminale anche dal punto di vista finanziario.

Commenti

commenti