ALCAMO, LA GIUNTA SURDI “PERDE” L’ASSESSORE SCURTO

Poco più di due anni di amministrazione a cinquestelle e della giunta nominata dal sindaco Domenico Surdi, dopo il voto di giugno 2016, rimane ben poco. Ha deciso di lasciare anche l’assessore alle Finanze Roberto Scurto. L’uomo forte dell’amministrazione non è più tale. Ha comunicato in consiglio la sua decisione di dimettersi ed ha anche utilizzato la sua pagina Facebook per un post che intende motivare il suo disimpegno: “Questa sera ho partecipato al mio ultimo consiglio comunale in veste di assessore all’economia di Alcamo. Ho comunicato ai consiglieri comunali la mia volontà di chiudere questa intensa esperienza da amministratore dopo 2 anni di impegno costante e quotidiano. Ho avuto il piacere e l’onore di poter mettere a disposizione della mia città le competenze economico-aziendali acquisite negli anni, sia in Italia sia all’estero, grazie al mio lavoro e alla mia formazione. Sono inoltre grato al sindaco Domenico Surdi per aver riposto in me la sua fiducia e per avermi assegnato deleghe delicatissime in materia di programmazione economico – finanziaria in un Comune ‘’difficile’’ come quello alcamese. Grazie inoltre ai tantissimi cittadini alcamesi che mi hanno incoraggiato e sostenuto in questi due anni. Buon lavoro ai miei colleghi di giunta e a tutto il consiglio comunale; un saluto affettuoso va inoltre a tutti i dipendenti comunali con i quali ho condiviso, gomito a gomito, il dovere – piacere di portare avanti il lavoro enorme di tutti i giorni”. Il sindaco Surdi dovrà correre ai ripari perché le deleghe di Scurto sono “pesanti” e strategiche per l’attività amministrativa: in particolare quelle che riguardano il bilancio del Comune. Le dimissioni di Scurto vanno ad aggiungersi a quelle di Nadia Saverino e Roberto Russo che hanno lasciato il loro posto ai consiglieri-assessori Vito Lombardo e Vittorio Ferro.

Commenti

commenti