TRAPANI, LE GUARDIE AMBIENTALI PER CONTROLLARE IL TERRITORIO

Qualifica: Ispettore ambientale volontario comunale. Obiettivo: far rispettare le regole per il conferimento dei rifiuti e tutelare l’ambiente cittadino dai trapanesi indisciplinati e soprattutto responsabili delle criticità del territorio dovute ad un’assoluta mancanza di senso civico. In tutto, 8 Ispettori nominati, con un decreto, dal sindaco Giacomo Tranchida. Otto Ispettori dell’Associazione Guardie per l’Ambiente-Regione Sicilia. A firmare la convenzione per rendere operativo l’accordo con il Comune il presidente della “Trapani Servizi” Carlo Guarnotta ed il presidente dell’Associazione Danilo Catania. E’ infatti la società partecipata ad occuparsi della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. E la convenzione punta “alla salvaguardia, vigilanza e tutela dell’ambiente”. Le Guardie per l’Ambiente-Regione Sicilia ha sede legale a Valderice, in via Castellammare, e sede operativa, a Trapani, in Via Archi. Gli ispettori nominati dal primo cittadino sono, oltre allo stesso presidente Catania, Vito Basiricò, Vincenzo Ferlito, Nicola Antonino La Sala, Matteo La Sala, Raffaella Locaputo, Bruno Ongano, Rosa Pecorella, Francesco Pellegrino e Cinzia Sammartano.

Commenti

commenti