• Home »
  • Attualità »
  • BIRGI, LO CURTO: “IL PIANO PER L’AEROPORTO SARA’ DISCUSSO IN COMMISSIONE MERCOLEDI’ PROSSIMO”

BIRGI, LO CURTO: “IL PIANO PER L’AEROPORTO SARA’ DISCUSSO IN COMMISSIONE MERCOLEDI’ PROSSIMO”

C’è un primo anche se parziale punto fermo sul nuovo co-marketing per gli aeroporti di Birgi e Comiso. Mercoledì prossimo, alle 15, la V Commissione dell’Assemblea regionale siciliana si riunirà per esprimere il suo parere sul piano di promozione territoriale. Si tratta dell’anticamera del bando per le nuove tratte. Il capogruppo dell’Udc Eleonora Lo Curto parteciperà alla riunione: “pr fare sì che l’attenzione rimanga alta e che si possa scongiurare un ulteriore ritardo sul bando con grave pregiudizio per la prossima stagione estiva. La “Summer 2018″ è stata ormai compromessa ed era del tutto prevedibile che finisse così, dopo la scadenza del vecchio accordo ed a causa delle incertezze della Regione, che detiene oltre il 99% delle azioni della società di gestione dello scalo trapanese. “L’assenza di voli da e per Trapani – ha sottolineato l’onorevole Lo Curto – ha già messo in ginocchio tanti operatori turistici che da tempo hanno investito risorse per far crescere turisticamente ed economicamente il territorio”. Il confronto sugli aeroporti siciliani che si è svolto a Catania con il Presidente Nello Musumeci ed i vertici delle società di gestione ha rilanciato la soluzione di un gestore unico degli scali dell’Isola (Palermo, Trapani, Lampedusa, Pantelleria, Comico e Catania), che è stata accompagnata anche da una subordinata: due società di gestione, una per il Polo aeroportuale della Sicilia occidentale e l’altro per quella orientale. Il capogrppo dell’Udc entra nel merito della soluzione del Polo: “Sarò vigile sull’iter che dovrà portare alla fusione delle società di gestione degli aeroporti di Trapani e Palermo in modo da creare le condizioni per una maggiore competitività nei confronti delle compagnie aeree, sviluppando così una programmazione strategica che parta dal sistema territoriale e investa su tutta l’area occidentale con una visione ampia e complessiva del sistema dei trasporti”.

Commenti

commenti