ERICE, GENCO NUOVO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CON IL “SOCCORSO” SOCIALISTA

Paolo Genco è il nuovo presidente del consiglio comunale di Erice. E’ stato eletto alla seconda votazione. Per lui 8 voti, un voto è andato a Francesca Miceli, 2 voti a Giuseppe Spagnolo, 3 schede bianche. L’elezione di Genco porta la firma del Psi, i voti dei suoi due consiglieri Luigi Nacci e Nicola Augugliaro sono stati determinanti. L’ottavo voto sarebbe arrivato dalla consigliera Simona Mannina. Genco, fin dalla prima votazione, poteva contare su quattro consiglieri: De Vincenzi, De Marco, Consentino ed Angileri. Sia nella prima che nelle seconda votazione è stata registrata l’assenza di due consiglieri di maggioranza, Pino Agliastro e Carmela Daidone. I numeri dicono che Genco ha superato la concorrenza di Spagnolo che ambiva, come lui alla carica di presidente, ma dicono anche che la maggioranza che sostiene la sindaca Daniela Toscano non è riuscita a fare sintesi e conferma le divisioni interne. Il Psi è riuscito ad inserirsi nella rottura della maggioranza ed ha consentito l’elezione di Genco. Lo stesso Psi aveva lavorato per una candidatura alternativa a quelle espresse dalla maggioranza ma ha dovuto fare i conti con il no dei Cinquestelle. I due consiglieri grillini avrebbero votato scheda bianca assieme al consigliere di Nati Liberi Alessandro Manuguerra. La consigliera Miceli – coinvolta nell’indagine della Procura della Repubblica di Trapani che ipotizza per lei e per altre cinque persone l’accusa di corruzione elettorale ed associazione a delinquere – ha lasciato il gruppo del Pd, dopo avere annunciato la sua autosospensione, ed è entrata a far parte del “Misto” che ora è di 11 consiglieri su 16.

Commenti

commenti