• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, LEGA E SOVRANISTI PUNTANO SU BARTOLO GIGLIO. SI APRE IL CASO AIUTO GARSIA

TRAPANI, LEGA E SOVRANISTI PUNTANO SU BARTOLO GIGLIO. SI APRE IL CASO AIUTO GARSIA

Quello che si presentava come uno strappo tra Lega e Sovranisti, sarebbe ben altro. Sempre di strappo si parla ma all’interno della Lega. Il commissario per Trapani, Giorgio Aiuto Garsia, nel pomeriggio di oggi, aveva smentito le indiscrezioni sulla scelta del suo Movimento di puntare ad un candidato sindaco e di conseguenza ad una lista a sostegno per partecipare alle Comunali del 10 giugno. Smentita secca ed anche polemica nei confronti del plenipotenziaro dei Sovranisti Livio Marrocco che Aiuto Garsia invitava ad “occuparsi di tutt’ altre faccende piuttosto che designare i candidati sindaci o assessori o di stilare liste di candidati al consiglio comunale”. Aiuto Garsia aggiungeva che Marrocco non era in posseso di alcuna delega e da parte della Lega e rimandava ogni decisione del Movimento ad un confronto con il commissario regionale Stefano Candiani, che appena 48 ore fa, in conferenza stampa, era stato quanto mai chiaro. La Lega non ha un candidato sindaco e non ha una lista da presentare. Ed è in pausa di riflessione. Posizione in linea con la dichiarazione di Aiuto Garsia che tuttavia già in queste ore dovrebbe avere un duro faccia a faccia con gli altri dirigenti della Lega. Alla fine l’avrebbe spuntata la linea Marrocco, condivisa dai vertici leghisti, che porta ad una candidatura a sindaco autonoma ed identitaria, quella di Bartolo Giglio, esponente dei Sovranisti e vicino allo stesso Marrocco. Candidatura che avrebbe dunque l’avallo anche di Candiani, che sarà comunque chiamato a fare chiarezza sulla linea della Lega. Aiuto Garsia ed il gruppo leghista che faceva riferimento all’ex assessore del Comune di Trapani rischia di finire da censore a censurato.

Commenti

commenti