VALDERICE, SPEZIA NON SI RICANDIDA. VIA LIBERA A GIOVANNI COPPOLA

Mino Spezia non si ricandida. Ha ufficializzato la sua decisione ma ha anche annunciato il suo sostegno a Giovanni Coppola. Sarà lui a guidare un nuovo progetto politico per il governo di Valderice. L’uscente ci tiene a precisare che non è un passo indietro. “La politica – ha scritto in una nota – è anche scelta. La mia è quella di ritirare la mia ricandidatura. Non è assolutamente un passo indietro. Al contrario, un passo avanti. E soprattutto un passo coerente con quello che ho detto e fatto dal giorno del mio insediamento al Palazzo Municipale. Ho sempre messo la mia esperienza amministrativa al vaglio della politica. Prima dando, da sindaco uscente, la mia disponibilità a parteciparead eventuali primarie di coalizione. Poi, registrata la mancanza di condizioni politiche per celebrarle, ho aperto, com’era giusto fare, il confronto all’interno del
mio partito e della coalizione di maggioranza. La sintesi di questa intensa discussione mi ha portato a fare una scelta”. Spezia anticipa le possibili strumentalizzazioni rispetto alla sua scelta: “Tengo a precisare, scelta mia, ed esclusivamente mia, che nessuno mi ha sollecitato ed ancor meno imposto. Ritengo che una fase politica si sia chiusa e che sia necessario, per Valderice, aprirne una nuova con un progetto politico che faccia della continuità e del
rinnovamento riformista il suo punto di riferimento per i prossimi anni”. Il sostegno a Coppola è diretto, pieno, senza remore. Spezia sarà infatti in prima linea: “Ma con un ruolo diverso perché in gioco, il 10 giugno, non ci sarà il mio futuro politico ma quello di un’intera comunità.
Considero la candidatura a sindaco di Giovanni Coppola una sintesi virtuosa ed una
garanzia di crescita per il nostro territorio. Il Comune potrà contare su un amministratore attento e capace, che ha condiviso ed è stato protagonista di un’amministrazione che ha costruito un progetto di sviluppo che troverà riscontri concreti nei prossimi anni”.

 

 

Commenti

commenti