ERICE, IL SEGRETARIO CAMPAGNA DIFENDE I GIOVANI DEMOCRATICI ED ATTACCA SIMONTE

Di sorpresa in sorpresa nel Pd trapanese. Il segretario del Pd di Erice Gianrosario Simonte si sorprende dell’elezione di Simona Mannina al vertice dei Giovani Democratici ma il segretario provinciale dei Dem Marco Campagna si sorprende della sua sorpresa e picchia duro sul dirigente ericino: “La vera sorpresa sono le dichiarazioni del segretario del Pd di Erice Gianrosario Simonte, che in un momento così delicato per il Partito Democratico, invece di occuparsi del Pd ericino, decide di aprire uno scontro con i Giovani Democratici che con fatica sono riusciti a creare un circolo ed eleggere come segretario una giovane consigliera comunale. Invece di compiacersi che in una fase così delicata per il Pd, dei giovani, in maniera autonoma dal partito e da altri soggetti hanno voglia ed entusiasmo e di far parte della nostra comunità organizzandosi e spendendosi anche con analisi critiche nei confronti del partito decide di demonizzarli. Invece di invitare anche gli altri giovani ad unirsi a loro ritiene utile fare distinguo e precisazioni che non hanno alcuna valenza”. Campagna continua con una “lezione” di politica al suo segretario cittadino: “Capisco che per chi invece di aggregare nella sua azione politica ha scelto in questi mesi di escludere sia difficile cogliere questa opportunità. Ecco dove nascono i limiti del Pd. Ci si occupi del partito, meno caminetti e più partecipazione dei nostri iscritti. Meno comunicati a briglia sciolta e più circoli aperti per discutere e ripartire”.Simonte ha anche considerato l’elezione della Mannina come un attacco all’amministrazione Toscano e soprattutto ad una candidatura di Giacomo Tranchida a Trapani. La consigliera Mannina è passata all’opposizione ad Erice. Ma Campagna smentisce tutto: “Il percorso dei Gd, nella loro autonomia statutaria, non ha nulla a che vedere rispetto alle scelte che oggi vengono annunciate su disponibilità a candidature a Trapani. Questo accostamento strumentale e fazioso è frutto di logiche di chi vive la politica come regolamento di conti ed esasperato personalismo. Vorrei ricordare al segretario che le assemblee di circolo, richieste dalla direzione nazionale, hanno come obiettivo quello di coinvolgere tutti gli iscritti per una riflessione ed analisi sull’esito negativo del voto del 4 marzo. Per coinvolgere, ascoltare e ricevere sollecitazioni utili per riconnettere il partito al territorio e a chi ci ha sostenuto. Altri percorsi saranno decisi dopo l’Assemblea Nazionale”.L’affondo finale di Campagna e sulla incompatibilità di Simonte: “Prendo atto che solo adesso, dopo quasi un anno, il segretario si rende conto della sua incompatibilità dal ruolo di segretario del Pd di Erice, questa sì da statuto e da commissione di garanzia. Gli appuntamenti elettorali sono terminati. Benvenuti ai Giovani Democratici che vogliono, con noi, intraprende un percorso di rigenerazione della nostra comunità in questa fase e buon lavoro a Simona Mannina segretaria dei Gd Erice”.

Commenti

commenti