POLITICHE 2018, ODDO (PSI): CAMBIERA’ TUTTO PER NON CAMBIARE NIENTE”

Il risultato di “Insieme” è deludente, da Bolzano a Trapani. Anni luce lontano dalla soglia di sbarramento del 3%, che rimane un miraggio per l’alleanza tra Psi, Verdi ed amici di Romano Prodi. La “gamba” riformista del centrosinistra è crollata così come tutta la coalizione, a cominciare dal Pd. Difficilmente andrà oltre l’1%. La dichiarazione del segretario regionale del Psi Nino Oddo è in linea con il risultato ampiamente negativo: “Il vento che soffia da alcuni anni nel mondo occidentale è arrivato anche qui da noi. Gli inglesi hanno avuto la Brexit, gli americani, Trump, i francesi, la Le Pen. In Italia, l’ondata populista si coniuga con i  movimenti di Grillo e Salvini. Peraltro, in Italia, la storia si ripete senza soluzione di continuità. Dal 1994 chi governa perde le elezioni successive. E’ accaduto anche stavolta”. L’ex parlamentare regionale parla del suo partito: “I socialisti, in questo contesto, ovviamente, subiscono, pro quota, la stessa sorte dell’intero centrosinistra”. Oddo prova anche a guardare oltre il dato elettorale: “In base ai numeri che escono dalle urne, logica vorrebbe che ci sia spazio solo per un governo che velocemente produca una legge elettorale che riporti gli italiani al voto”. Ma per l’esponente socialista le cose andranno in modo diverso: “Se conosco bene questo Paese cambierà tutto per non cambiare niente. Il centrodestra raccatterà, con facilità, i parlamentari che gli mancano. Ci sono già tutti i deputati pre-espulsi dei grillini che non aspettano altro”.

Commenti

commenti