TRAPANI, ARRIVANO I FONDI PER LA RADIOTERAPIA AL SANT’ANTONIO ABATE

Sanità trapanese in primo piano. Si sblocca l’accordo di programma – il cosiddetto articolo 20 di una legge nazionale del 1988 – ed arrivano i fondi per la radioterapia. Il decreto firmato dall’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza prevede una spesa di 3 milioni e 400 mila euro per realizzare il servizio all’Ospedale Sant’Antonio Abate. La radioterapia sarà in funzione nella nuova Palazzina che sarà costruita in un’area adiacente all’attuale struttura sanitaria. Anche in questo caso c’è un fondo di 14 milioni di euro. Si tratta di progetti cantierabili. E nel caso della Palazzina di un bando di gara già assegnato. Nella nuova struttura oltre alla radioterapia ci saranno anche le nuove sale operatorie. Presto potranno dunque partire i lavori. L’accordo di programma divide le spese tra lo Stato (95%) e la Regione (5%). L’investimento complessivo è di 43 milioni e 500 mila euro e riguarda anche altre strutture sanitarie della provincia. E’ prevista anche la realizzazione di un nuovo presidio ospedaliero ad Alcamo (21 milioni di euro). Il commissario dell’ASP trapanese Giovanni Bavetta ha delineato la strategia: “Abbiamo previsto una nuova struttura sanitaria ad Alcamo, visto l’impossibilità di ristrutturare il vecchio ospedale, situato in pieno centro storico, che comprenderà oltre al nuovo presidio ospedaliero, anche i servizi del distretto, dai poliambulatori al PTA”. L’Ospedale di Salemi avrà un nuovo presidio territoriale di assistenza adeguando i suoi locali (500 mila euro). A Pantelleria, invece, con la ristrutturazione dell’ex allogio delle suore dell’Ospedale Nagar sarà realizzata una nuova foresteria per il PTA (500 mila euro). In programma anche la ristrutturazione del PTA di Mazara del Vallo (500 mila euro). Nell’elenco degli interventi la ristrutturazione del poliambulatorio Ex INAM di Marsala da destinare a PTA (un milione e 400  mila euro), il recupero dell’ex Poliambulatorio di Castelvetrano da destinare ad un altro PTA (un milione e 200 mila euro) e l’acquisto di arredi ed attrezzature per i PTA della provincia di Trapani ( un milione di euro). “Voglio ringraziare l’assessore Razza – ha dichiarato il commissario Bavetta – per aver inserito i nostri progetti tra quelli finanziabili, e il dirigente servizio tecnico della nostra azienda Francesco Costa per il lavoro svolto”.

 

Commenti

commenti