• Home »
  • Attualità »
  • MARSALA, “AMICIZIA” ON LINE, INCONTRO ED ESTORSIONE. LA VITTIMA, UN GIOVANE CASTELVETRANESE

MARSALA, “AMICIZIA” ON LINE, INCONTRO ED ESTORSIONE. LA VITTIMA, UN GIOVANE CASTELVETRANESE

La vittima, un giovane di Castelvetrano. Gli estortori, due giovani di Marsala, uno anche minorenne. L’aggancio i social network. Un’amicizia virtuale che doveva trasformarsi in reale e che invece ha portato all’arresto dei due marsalesi. I tre – sempre via internet – decidono d’incontrarsi. Meglio a Marsala. E’ il 13 dicembre dell’anno scorso. Il giovane castelvetranese si reca nel centro storico della città. Ma invece di amicizia riceve un’aggressione, in piena regola, da parte degli altri due che lo colpiscono ripetutamente e gli rubano il portafogli ed il borsello. Poi vanno via. La vittima torna a casa a Castelvetrano ed il giorno dopo decide di raccontare tutto ai Carabinieri. I due aggressori, non contenti, tornano a contattarlo on line continuando a minacciarlo. Chiedono ancora soldi e vogliono 3.000 euro per restituirgli il borsello che conteneva alcuni effetti personali. I Carabinieri invitano il giovane castelvetranese ad accettare il nuovo incontro e lo seguono fino a Marsala. L’appuntamento è in Via Dante Alighieri. I due si presentano sul posto per ottenere quel che avevano chiesto ma presto devono fare i conti con i Carabinieri che intervengono per porre fine all’estorsione. Il diciannovenne Gabriele D’Avaro, incensurato, prova a scappare. Non vuole farsi prendere. Oppone resistenza e finisce in manette. L’altro, invece, riesce a scappare. Ma è soltanto un fuga di pochi giorni perché i Carabinieri si mettono sulle sue tracce e lo trovano. Si tratta di B.S.K., 17 anni, anche lui marsalese. Ora si trova al “Malaspina” di Palermo.

Commenti

commenti