• Home »
  • Attualità »
  • VALDERICE, SPEZIA: “PRONTO A RICANDIDARMI CON SERENITA’ E DETERMINAZIONE”

VALDERICE, SPEZIA: “PRONTO A RICANDIDARMI CON SERENITA’ E DETERMINAZIONE”

“Mi ricandido con serenità e grande determinazione”. Il sindaco di Valderice Mino Spezia mette a tacere dubbi messi in giro ad arte e qualche facile strumentalizzazione politica. “In questi cinque anni – sottolinea – abbiamo creato le condizioni per una crescita complessiva del nostro territorio. Valderice ha fatto notevoli passi avanti ed è davvero difficile non riconoscerlo. Un percorso di crescita che va consolidato con un nuovo mandato amministrativo”. Spezia è aperto al confronto: “Per amministrare un territorio importante come quello valdericino è necessario trovare sintesi programmatiche e spirito di collaborazione. La nostra coalizione è sempre stata pronta al dialogo e lo sarà ancora di più per costruire un nuovo progetto politico che dovrà portare il nostro Comune verso la sfida dello sviluppo. C’è dunque la necessità, nella chiarezza delle idee e del programma da realizzare, dell’impegno di tutti coloro che intendono far crescere la nostra comunità sfruttandone le potenzialità economiche, ambientali e sociali. Il nostro tessuto cittadino è sempre stato un valore aggiunto. Un civismo reale, concreto, efficace, che ha accompagnato e seguito le scelte politiche di un’area culturale, che è stata garante del rilancio del nostro territorio”. L’apertura del sindaco di Valderice si amplia anche alla selezione del prossimo candidato sindaco. Pur se uscente e con un bilancio positivo da portare all’esame del voto, Spezia rilancia: “Se ci sono le condizioni e se può essere utile per rafforzare il progetto politico che tutti assieme dovremo sostenere, sono pronto anche alle primarie. La mia disponibilità è legata alla consapevolezza di aver rispettato e raggiunto gli obiettivi programmatici ed all’ulteriore consapevolezza di essere al servizio di una comunità e di una città. Chi lo è nella sostanza non può che mettersi in gioco in ogni momento. In democrazia c’è un solo strumento, quello del confronto. Ecco perché non avrei alcun problema a passare al vaglio delle primarie. E’ chiaro che intendo le primarie nel loro contenuto autentico e non condizionate da tatticismi o altro”. Spezia traccia i confini della sua bozza programmatica: “Nei prossimi cinque anni dovremo impegnarci a trasformare Valderice in polo culturale, in un Comune che sia in grado di mettere in rete, turismo, economia ed infrastrutture. Con una nuova pianificazione territoriale, con un nuovo disegno di sviluppo strategico e con la conclusione di tutti gli interventi che abbiamo definito e che sono in fase di realizzazione, dalla manuntezione delle strade alla pubblica illuminazione, per citarne soltanto alcuni. Un territorio che cresce è anche un territorio più sicuro ed anche in questo caso lavoreremo per mettere a sistema tutte le opere che sono state messe in cantiere”. “Ecco – conclude Spezia – perché la mia disponibilità a ricandidarmi è frutto di una riflessione serena, abbiamo fatto bene ed abbiamo le idee chiare su cosa fare in futuro, e di grande determinazione, perché c’è la mia volontà forte di andare avanti nell’interesse esclusivo del nostro territorio”.

Commenti

commenti