VALLE DEL BELICE, TARANTOLO A CAPO DEL MOVIMENTO DI SALVINI

Pieni poteri ma soprattutto idee chiare. Per il commissario provinciale di “Lega-Salvini Premier” Alessandro Pagano è il momento delle adesioni. L’ex parlamentare regionale di Forza Italia, ora referente regionale dei salviniani ha, qualche giorno fa, preso il posto dell’ex consigliere comunale di Trapani Felice D’Angelo nella guida del Movimento ed ha deciso di assestare il suo primo colpo. L’adesione del consigliere comunale di Gibellina Salvatore Tarantolo. Per lui un impegno di primo piano, quello di coordinatore della “Lega-Salvini Premier” nella Valle del Belice. Non solo Gibellina dunque ma anche tutti gli altri Comuni di una parte della provincia di Trapani che le prossime Politiche metteranno a dura prova. La definizione dei collegi elettorali ha finito per penalizzare i Comuni belicini del versante trapanese che dovranno fare i conti con la concorrenza delle realtà agrigentine dell’area e con quelle della provincia di Palermo. Ci sarà da conquistare uno spazio politico che al momento non c’è. La scelta di Pagano entra a piedi uniti nella crisi della coalizione di centrosinistra. Tarantolo, alle Regionali dello scorso 5 novembre, aveva fatto parte della lista Sicilia Futura-Psi. Lista che non è riuscita ad ottenere il seggio nel collegio trapanese e che ha visto uno scontro a suon di preferenze tra l’ex sindaco di Alcamo Giacomo Scala (poco più 5 mila voti) e l’ex deputato regionale Nino Oddo (quasi 4.000 voti).

Commenti

commenti