• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, IL PERCOLATO COSTA PIU’ DI UN MILIONE DI EURO. SISTEMA RIFIUTI IN CRI

TRAPANI, IL PERCOLATO COSTA PIU’ DI UN MILIONE DI EURO. SISTEMA RIFIUTI IN CRI

Per prima cosa, cos’è. Il percolato è un liquido prodotto dalle discariche. Di più: si forma con l’infiltrazione dell’acqua nella massa dei rifiuti, unita alla loro stessa decomposizione”. Ed ancora: possiede un elevato tenore d’inquinanti organici ed inorganici, che derivano dai processi biologici e fisiochimici che si sviluppano all’interno di una discarica. Ha un colore bruno ed è vischioso. Più rifiuti vengono dunque conferiti in discarica, più percolato si produce, che deve poi essere prelevato, trasportato e smaltito negli impianti autorizzati. La “Trapani Servizi”, che gestisce la discarica del capoluogo, deve fare i conti con il percolato. Soprattutto le casse della società, e di conseguenza del Comune e dei cittadini, registrano il peso dei costi di recupero. Fino al prossimo 16 gennaio, termine ultimo, ore 13, si potranno presentare le offerte per aggiudicarsi il servizio di prelievo, trasporto e smaltimento del percolato prodotto dalla discarica di contrada Borranea e delle soluzioni acquose di scarto dell’impianto di riciclaggio di contrada Belvedere. L’importo complessivo è di 1.138.324,98 euro ed è stimato sulla base delle quantità medie di percolato e di soluzioni acquose che si sono registrate, nel tempo, nei due impianti. Il prezzo a base d’asta è di 80,575 euro per ogni tonnellata di percolato e di 98,73o euro per ogni tonnellata di soluzioni acquose. C’è un punto del capitolato speciale che risulta interessante. “Il ribasso percentuale offerto – si legge – non inciderà sull’importo complessivo posto a base di gara, che pertanto rimarrà invariato, ma sulla quantità del servizio”. L’appalto ha la durata di un anno. Pe ridurre la produzione del percolato è necessario superare un passaggio obbligato, quello dell’aumento della raccolta differenziata.

Commenti

commenti