GIUNTA MUSUMECI, TURANO L’UOMO FORTE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI

Lo dicono i numeri. Ed ora anche una nuova responsabilità politica. Se c’è un uomo forte nella politica trapanese questo è Mimmo Turano. Ha vinto le elezioni scegliendo l’Udc ed il sostegno al neo Presidente Nello Musumeci. Ha vinto nel collegio elettorale perchè ha definito una lista in grado di concorrere ad uno dei 5 seggi in gioco. Ha stravinto con la scelta di correre nel collegio e di essere anche presente nel listino regionale, mossa che gli ha consentito di lasciare spazio alla prima dei non eletti Eleonora Lo Curto. Ha continuato a vincere nelle trattative per il primo governo Musumeci. Ne farà parte con la delega “pesante” alle Attività Produttive. L’Udc siciliana è ampiamente nelle sue mani ed il rapporto di fiducia e di collaborazione con il segretario nazionale Lorenzo Cesa è confermato da ciò che è accaduto in queste ore. E’ invece rimasto al palo il forzista Giuseppe Guaiana che il commissario regionale Gianfranco Miccichè aveva indicato come uno degli assessori in quota al partito. Soluzione che aveva consentito di rimodulare la lista forzista lasciando fuori Guaiana ed inserendo al suo posto Giovanni Lo Sciuto. Il voto ha poi premiato il marsalese Stefano Pellegrino che non ha mai speso una parola a favore di Guaiana durante le lunghe trattative per definire la squadra assessoriale di Musumeci. Silenzio, quello di Pellegrino, che si è affiancato ad un altro silenzio, del primo dei non eletti Toni Scilla. Il sostegno elettorale di Guaiana alla candidata Silvia Calvanico non ha certo aiutato Guaiana. L’ex consigliere comunale rimarrà tra i “papabili” perché la prima giunta Musumeci ha già degli assessori a termine, a cominciare da Sgarbi, ma è comunque evidente che Miccichè – impegnato, tra l’altro, a trovare i voti all’Ars per farsi eleggere alla presidenza – ha ancora una volta penalizzato la provincia di Trapani.

La prima giunta Musumeci

Vincenzo Figuccia (Rifiuti-Udc)

Edy Bandiera (Agricoltura-Forza Italia)

Mariella Ippolito (Lavoro e Famiglia-Popolari ed Autonomisti)

Marco Falcone (Infrastrutture-Forza Italia)

Bernadette Grasso (Autonomie Locali-Forza Italia)

Gaetano Armao (Economia-Vicepresidente)

Vittorio Sgarbi (Beni Culturali-Forza Italia)

Mimmo Turano (Attività Produttive-Udc)

Roberto Lagalla (Formazione Professionale-Popolari ed Autonomisti)

Totò Cordaro (Territorio-Popolari ed Autonomisti)

Ruggero Razza (Salute – Diventerà Bellissima)

Sandro Pappalardo (Turismo-Fratelli d’Italia)

Commenti

commenti