BIRGI, SINDACO VENUTI: “SALEMI C’E’. PRONTI PER IL NUOVO CO-MARKETING”

Non ha atteso il termine ultimo di venerdì per dichiarare l’impegno del suo Comune per il nuovo accordo di co-marketing. Per il sindaco di Salemi Domenico Venuti l’aeroporto di Birgi è strategico e di conseguenza è necessario far parte della nuova coalizione dei Comuni. L’investimento è triennale e per il Comune è di 36.600 euro all’anno. I soldi ci sono perché sono stati stanziati nel bilancio 2017-2019. Il via libera di Salemi è stato comunicato all’Airgest che si sta occupando del bando per rilanciare lo scalo trapanese. Venuti scommette su Birgi: “Crediamo fortemente nell’importanza dell’aeroporto di Trapani, che è stato e deve continuare a essere uno strumento fondamentale per lo sviluppo turistico del nostro territorio. Per questo motivo abbiamo deciso di fare la nostra parte aderendo al programma di supporto dei flussi turistici, così come fatto negli anni scorsi. Non sappiamo quale compagnia si aggiudicherà il nuovo bando predisposto dall’Airgest ma, al di là del nome del nuovo partner, siamo convinti che il <<Vincenzo Florio>> debba continuare nel suo ruolo di volano per lo sviluppo del territorio e debba ampliare la sua offerta di voli”. Il primo cittadino si rivolge anche agli altri suoi colleghi della provincia: “Per questi motivi formulo un appello a quei sindaci che non hanno ancora formalizzato la loro adesione al nuovo accordo di co-marketing: l’aeroporto di Trapani ha già dimostrato il suo valore in termini di ripercussioni positive sulla nostra provincia, è patrimonio di tutti e tutti insieme dobbiamo difenderlo”. Il sostegno a Birgi di Venuti non è soltanto istituzionale ma anche politico. E’ un dirigente del Pd ed i Dem, in particolare con l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, sono stati finora in prima linea a difesa dell’aeroporto ed in sintonia con il nuovo corso che dovrebbe portare al rilancio dello scalo ed al superamento della fase di crisi determinata dalla riduzione dei voli da parte di Ryanair. La sfida – con il nuovo bando definito dalla società di gestione – è la prossima stagione estiva.

Commenti

commenti