REGIONALI, “ABC” ROMPE CON FAVA PER LA CANDIDATURA DI FUNDARO’

Lo strappo di “ABC”. L’assemblea del movimento aveva votato, ad ampia maggioranza, di sostenere ed essere parte attiva nel progetto politico del candidato alla Presidenza della Regione Claudio Fava. I suoi iscritti s’erano ritrovati di fronte a due opzioni. Una guardava a destra ed al movimento “Diventerà Bellissima”. L’accordo avrebbe avuto come sigillo politico la candidatura di Sebastiano Dara alle Regionali del 5 novembre. C’era infatti la disponibilità di “Diventerà Bellissima” ad inserirlo nella lista. La proposta di lanciare nella mischia l’ex candidato sindaco di Alcamo non ha però raccolto il consenso del movimento che ha invece scelto Fava ed era pronto a dare il suo contributo che definisce “attivo”, quindi anche con una candidatura all’Ars. Ma l’impegno di “ABC” è stato stoppato da Massimo Fundarò. Il rappresentante di Sinistra Italiana s’è messo di traverso ed alla fine ha avuto la meglio. Fava ha scelto lui e non “ABC”. Il movimento in una sua nota ha voluto fare chiarezza su ciò che è accaduto in questi giorni: “ABC ha vagliato la possibilità di partecipare attivamente alla campagna elettorale, consapevole dell’importanza di questa tornata elettorale per il futuro della Sicilia. Il direttivo ha ritenuto inconciliabili con i valori del movimento l’appoggio a Micari, Musumeci e Cancelleri, anche a causa della composizione delle liste, e ha ottenuto dall’assemblea dei tesserati di verificare la partecipazione alla coalizione in sostegno di Claudio Fava. Purtroppo, dopo iniziali garanzie nei confronti di ABC, di costruzione di uno spazio che tenesse conto delle tante persone che si sono realmente impegnate per il cambiamento del nostro territorio in questi anni, e un’apertura ai movimenti civici, la lista Cento Passi ha dimostrato di non avere il coraggio necessario per andare in questa direzione. In particolare, la decisione di candidare nel nostro territorio Massimo Fundarò, che è stato parte attiva, con ruoli di governo, nelle amministrazioni di Scala e Bonventre che ABC ha contrastato con forza, ha chiuso qualsiasi possibilità che Alcamo Bene Comune potesse dare un contributo attivo a quella lista”. Più chiaro di così!

Commenti

commenti