• Home »
  • Sport »
  • TRAPANI-CASERTANA 2-1, REGINALDO DECIDE NEL RECUPERO. CALORI FA BENE I CAMBI

TRAPANI-CASERTANA 2-1, REGINALDO DECIDE NEL RECUPERO. CALORI FA BENE I CAMBI

Trapani-Casertana 2-1

RETI: Alfageme 3’, Minelli 17’st, Reginaldo 47’st

Trapani: Furlan, Pagliarulo, Taugourdeau (12’st Minelli), Evacuo (25’st Reginaldo), Murano, Fazio, Silvestri, Maracchi, Palumbo (25’st Bastoni), Visconti (41’st Ferretti), Marras. A disposizione: Ferrara, Bajic, Rizzo, Legittimo, Steffè, Canino, Girasole. All. Alessandro Calori

Casertana: Cardelli, Finizio, Rajcic (25’st Padovan), Marotta (12’st Colli), Rainone, Carriero, Alfageme (34’st Tripicchio), De Rose, Polak, Turchetta (1’st De Marco), Galli. A disposizione: Benassi, Ferrara, Lorenzini, Forte, Avella. All. Cristiano Scazzola

Arbitro: Simone Sozza di Seregno; Assistenti: Antonio Catamo di Saronno e Alessandro Rotondale dell’Aquila

Note: Ammoniti Marras, Minelli, Pagliarulo nel Trapani – Galli, Carriero nella Casertana; Espulso Galli (C) al 32’st; Cardelli (C) para rigore ad Evacuo al 35’; Recuperi: 0’pt-5’st; Corner: 12-2; Spettatori: 3.687

Al 3′ il Trapani è già sotto. Il centrocampo granata non fa filtro, la Casertana manovra, la palla arrivaa Finizio che la mette in area dalla destra ed Alfageme, indisturbato, salta tra due avversari e con Furlan poco deciso e porta la sua squadra in vantaggio. Un minuto prima l’occasione l’aveva avuta Marras ma il suo sinistro, dal limite dell’area, era da dimenticare. Dunque, si mette subito male per i granata. In campo con il 4-3-3, sbilanciato a sinistra, come ha detto Calori dopo Juve Stabia-Trapani. Nella prima frazione di gioco Marras avrebbe potuto fare una tripletta perché al 9′, lanciato da Taugourdeau ha tirato di destro con il portiere della Casertana che si è ritrovato un pallone morbido tra le mani. Al 14′ ancora di destro dentro l’area di rigore dal limite sinistro ma la palla va fuori. Il Trapani prova a far uscire la Casertana che invece rimane nella sua trequarti controllando le giocate dei granata. Giocate che sono lente, macchinose. Taugourdeau ha un piede sopraffino, il destro, ma rallenta e di molto l’azione della sua squadra. Ci prova Evacuo al 24′ ma il suo sinistro, dentro l’area di rigore, va sulla traversa. Al 32′ un episodio che peserà sulla gara. Galli abbatte Marras e viene ammonito. Un minuto dopo ci prova Taugourdeau direttamente su calcio d’angolo ma Cardelli respinge in tuffo. Al 35′ il Trapani può pensare al pareggio perché Polak abbatte Evacuo. L’arbitro Simone Sozza è a due passi e fischia il calcio di rigore. S’incarica di batterlo lo stesso Evacuo che ha una strana rincorsa. Finte e contro finte che però lo portano a tirare debole, Cardelli respinge, la palla torna sui piedi di Evacuo che non riesce a mandarla in rete perché la sua ribattuta viene respinta in calcio d’angolo dalla difesa della Casertana. Il Provinciale raggela e qualcuno in tribuna comincia a spazientirsi. Sul finire del primo tempo ci prova Taugourdeau dalla distanza dopo una buona azione granata con Murano che ruba palla, appoggia per Palumbo che scarica sul francese. Il tiro però va alto sulla traversa. Finisce il primo tempo. Il Trapani è sotto ed ha un gioco troppo macchinoso. Mister Calori pensa ad una contromossa ed alla fine sarà lui ad avere ragione. Al 12′ del secondo tempo toglie Taugourdeau e lancia nella mischia il giovane Minelli. Fa di più. Punta su Minelli trequarstista. Al 13′ il destro di Murano viene deviato in angolo dopo una combinazione Minelli-Visconti. Il nuovo entrato sale in cattedra ma anche Visconti ha un sussulto di vitalità che sarà determinante per la squadra. Al 17′ gran cross dalla sinistra di Visconti e colpo di testa di Minelli. E’ il pareggio dei granata. Il Provinciale esplode di gioia. Al 21′ ci prova Palumbo, di sinistro, dalla distanza ma il suo tiro è centrale. Al 25′ altro cambio vincente di Calori. Esce Evacuo ed entra Reginaldo, mentre Bastoni sostituisce Palumbo. Al 30′ illusione ottica del gol per la tribuna. Minelli calcia una punizione magistrale e Murano impatta di testa, la palla sfiora il palo alla destra del portiere della Casertana. Al 32′ arriva l’espulsione di Galli, fallaccio su Minelli, seconda ammonizione e cartellino rosso per Galli. La Casertana rimane in dieci. Al 41′ un altro cambio che sarà vincente. Calori manda in campo Ferretti al 41′ al posto di Visconti. Si gioca il tutto e per tutto per vincere e ci riesce. L’arbitro concede 5′ di recupero. Al 47′ del secondo tempo, Ferretti prende palla sulla trequarti, salta un avversario e mette la palla in area di rigore, Reginaldo la difende, si gira e tira. Davanti la porta c’è Finizio che respinge, ma sul piede dell’attaccante brasiliano che lo tiene ben fermo. La palla colpise il piede destro di Reginaldo e si avvia, lemme, lemme, nella porta di Cardelli che non può farci nulla. Rincorsa sfrenata dell’attaccante brasiliano per abbracciare la panchina, il Trapani è in vantaggio per 2-1 e manca un solo minuto alla fine della gara. L’arbitro  Sozza fischia ed è la seconda vittoria consecutiva dei granata. Non è stata una gran partita, quella dei granata, ma in un campionato come quello di serie C, alla fine, valgono i punti  ed il Trapani ne ha conquistati tre pesantissimi. C’è poco tempo per pensare e per valutare perché martedì si torna a giocare nel turno infrasettimanale. Trasferta in quel di Pagani, contro la Paganese che non ha dimenticato la scoppola di Tim Cup, con la sconfitta per 6-0 contro il Trapani.

Commenti

commenti