• Home »
  • Attualità »
  • CASTELVETRANO, LISCIANDRA: “MESSO FUORI DALLA SEGRETERIA DEL CIRCOLO PD PERCHE’ HO DECISO DI SOSTENERE TRANCHIDA”

CASTELVETRANO, LISCIANDRA: “MESSO FUORI DALLA SEGRETERIA DEL CIRCOLO PD PERCHE’ HO DECISO DI SOSTENERE TRANCHIDA”

Fuori dalla segreteria del circolo Pd di Castelvetrano perché ha deciso di sostenere Giacomo Tranchida. E’ la denuncia politica di Francesco Lisciandra, che è anche vicesegretario della federazione trapanese dei Giovani Democratici. “Fuori dalla segreteria del partito perché controcorrente”, lo scrive in una nota che ha inviato alla stampa. “All’indomani della campagna elettorale delle Amministrative di Castelvetrano – continua Lisciandra – mi viene proposto di far parte della segreteria del circolo. Accolgo con grande entusiasmo questo invito, perché per me militanza vuol dire essere proattivi, e se posso impegnarmi ancora di più per una giusta causa, ben venga”. Lisciandra punta ad un circolo aperto perché “non è il momento di chiudersi in una stanza e staccare la luce, al contrario è il momento di coltivare le speranze di ripresa per i nostri concittadini”. Il dirigente Pd prende una decisione, ritenendola in linea con la sua idea di partito: “Da qui, la mia scelta di sostenere, da militante ed iscritto al Pd, la candidatura di Giacomo Tranchida per le prossime elezioni regionali. Non perché me l’avesse chiesto qualcuno, ma perché, fin da subito, ho condiviso la linea di rinnovamento di Giacomo, affinché il partito in provincia possa diventare più inclusivo, aperto e più vicino alla gente. Dopo pochi giorni aver preso questa decisione, mi sono ritrovato fuori dalla segreteria del mio circolo”. Ed ancora: “Credo che per una differenza di vedute non si possa escludere un ragazzo dalla segreteria del proprio circolo in questo modo, senza aver mai fatto una, dico, una, riunione per discutere sulle imminenti elezioni regionali”. Lisciandra non molla comunque la presa. Rimane in campo: “Continuerò a spendermi con l’impegno di sempre, lo farò da semplice militante, mettendo, in prima linea, la coerenza e la trasparenza, principi fondamentali per chi si occupa di politica e territorio”.

Commenti

commenti