REGIONALI, ELEONORA LO CURTO SCEGLIE L’UDC E VA IN LISTA

Eleonora Lo Curto ha scelto. Parteciperà alle Regionali di novembre candidandosi nella lista dell’Udc-Rete Democratica-Sicilia Vera. L’ex europarlamentare di Forza Italia avrebbe dovuto correre per un seggio all’Ars nella lista berlusconiana. Alle Comunali dello scorso giugno è stata al fianco del senatore Antonio D’Alì e l’ha sostenuto apertamente per l’elezione a sindaco di Trapani. Ma le dimissioni di Mimmo Fazio dal Parlamento siciliano e la sua sostituzione con il primo dei non eletti Stefano Pellegrino hanno cambiato lo scenario politico. Pellegrino ha deciso di ricandidarsi ed ha aderito a Forza Italia. Una doppia candidatura marsalese non avrebbe sortito alcun effetto. Di conseguenza l’onorevole Lo Curto ha deciso di seguire un altro percorso politico. E’ stata tra le più “gettonate”, con i partiti alla ricerca di candidature forti per ottenere il seggio. Le indiscrezioni l’hanno affiancata alla lista “Diventerà Bellissima” che sosterrà la candidatura alla Presidenza della Regione di Nello Musumeci. Poi s’è parlato di Sicilia Futura, con eventuale cambio di schieramento politico. Perché c’è da dire che nei cinque anni di governo del presidente Rosario Crocetta, l’ex europarlamentare non è mai stata tenera nei confronti del centrosinistra. I contatti con SF ci sono stati, ma alla fine sono rimasti tali e non si sono trasformati in un accordo politico. E’ stato invece più convincente l’onorevole Mimmo Turano, tornato nell’Udc. Il parlamentare regionale alcamese si sta occupando della definizione delle liste in tutti i collegi provinciali. Ha ottenuto il via libera del suo partito ad entrare a far parte del listino regionale. Scontata la sua candidatura nel collegio, ma con una vittoria di Musumeci consentirebbe ad un altro rappresentante della lista di essere tra i 70 nuovi parlamentari regionali. Con l’adesione della Lo Curto la lista dell’Udc si fa definendo, almeno nelle candidature che possono puntare al seggio o comunque a dare un contributo determinante per farlo scattare nel collegio trapanese. Oltre a Turano e Lo Curto è già da qualche tempo della “partita” anche l’ex consigliere comunale di Trapani Peppe La Porta, che ha lasciato l’ala protettiva dell’onorevole  Paolo Ruggirello, scegliendo l’Udc e lo schieramento di centrodestra.

Commenti

commenti