TRAPANI-SIRACUSA 1-0, GOL PARTITA DEL BOMBER MURANO

TRAPANI-SIRACUSA 1-0

RETE: Murano (T) 42′ pt

TRAPANI: Furlan, Taugourdeau (31’st Girasole), Legittimo, Ferretti, Murano (29’st Reginaldo), Fazio, Silvestri, Maracchi, Visconti, Aloi (12’ Fornito), Marras (29’st Minelli). A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Rizzo, Pagliarulo, Dambros, Steffè, Canotto. All. Alessandro Calori

SIRACUSA: Tomei, Turati, Mangiacasale, Giordano, Catania, Daffara, Spinelli, Mazzocchi (34’st Grillo), Liotti (15’st De Vito), Mancino (24’st Scardina), Toscano (15’st Magnani). A disposizione: D’Alessandro, Plescia, Vicaroni, Mucciante, Punzi. All. Paolo Bianco

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco; ASSISTENTI: Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni e Gamal Moktar di Lecco

NOTE: Ammoniti Fazio nel Trapani – Catania, Spinelli, Giordano nel Siracusa; Tomei (S) para rigore a Ferretti al 2’; Recuperi: 2’pt-3’st; Corner: 4-1; Spettatori: 4.601

Missione compiuta. Era necessario cominciare bene, con una vittoria ed il Trapani ha fatto il suo dovere fino in fondo. Il derby alla prima giornata era una partita insidiosa ma i granata hanno saputo gestirla al meglio. Il risultato di 1-0, gol del bomber Murano, non dice tutto sulla supremazia granata, dimostrata in tutta la gara. Il pallino è sempre stato nelle mani della squadra di mister Calori. Il Trapani ha ancora bisogno di essere cosciente dei propri mezzi, che in questo campionato sono davvero notevoli. Le trame di gioco – a tratti – hanno mostrato una evidente superiorità tecnica del Trapani che deve però rivedere qualcosa quando gli avversari innescano le loro ripartenze. In più di una occasione la squadra è rimasta spezzata in due, ma poi ha avuto la forza di recuperare e di tornare in equilibrio. Partita strana e sentita, che poteva sbloccarsi già al primo minuto di gioco perché l’arbitro Maggioni di Lecco, dopo 30” di gara aveva già fischiato un calcio di rigore per il Trapani. Va su dischetto Ferretti ma il suo sinistro viene deviato da Tomei, la palla arriva a Marras ma il suo piattone sinistro finisce sopra la traversa. Il Siracusa risponde immediatamente con Mancino. Il suo destro colpisce in pieno la traversa con Furlan battuto. Sarà l’unico tiro nello specchio della porta degli ospiti. Al 12′ già la prima sostituzione granata, Aloi si fa male da solo ed entra al suo posto Fornito. Al 13′ azione tambureggiante dei granata. Marras ruba palla a centrocampo, appoggia su Murano che apre a destra per l’accorrente Ferretti che, a sua volta, lancia in area di rigore Fazio, il suo destro viene deviato in angolo da Tomei. Sugli sviluppi del corner Murano manda la palla sopra la traversa con un tiro di controbalzo. Al 30′ una punizione di Taugordeau non impenserisce Tomei. Torna a farsi vedere il Siracusa, Fazio mette giù Mancino, si becca l’ammonizione ma il trequartista del Siracusa non riesce ad approfittarne e manda la palla sulla traversa. Al 42′ il Trapani passa in vantaggio, cross di Fazio, deviazione di Tomei e botta a colpo sicuro di Murano, il bomber granata è rimasto a secco soltanto nella trasferta di Torino di Tim Cup, poi solo gol, con la Paganese, doppietta e gol decisivo contro la Ternana sempre nei primi due turni della Coppa Italia. Al 44′ il Trapani sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Marras su un cross di Fazio. La palla finisce sul palo. Dopo 2′ di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo fa registrare al 6′ una girata al volo di Mancino che va fuori di molto. Al 9′ Murano prova l’azione personale ma il tiro è da dimenticare. Il Siracusa comincia le sostituzioni, Fuori Toscano, dentro Magnani, fuori Liotti, dentro De Vito. E’ il 15′ del secondo tempo. Ancora un cambio per gli aretusei al 25′, fuori Mancino, dentro Scardina. Ma la squadra di mister Bianco non riesce a mettere in difficoltà i granata. Al 26′ un cross di De Vito viene bloccato in presa alta da Furlan. Il Trapani risponde con i suoi cambi: fuori Marras, dentro Minelli, fuori Murano, dentro Reginaldo. Subito dopo fuori Taugordeau per fare posto a Girasole. Al 32′ Fornito prova il suo sinistro da fuori area e scalda i guantoni di Tomei che respinge. Mister Bianco manda in campo Grillo al posto di Mazzocchi ma cambia davvero poco nella fase offensiva del Siracusa. Al 38′ Tomei che sembrava avere una questione personale con Ferretti devia con il piede un tiro dell’esterno granata. Sugli sviluppi dell’angolo Fornito manda alto sulla traversa. Poi il Trapani controlla la gara e mister Calori affida a Reginaldo il compito di addormentare la partita. Alla fine è festa per la Curva Nord che chiama i giocatori del Trapani più volte. Immancabili gli sfottò contro i tifosi ospiti. Trapani-Siracusa è sempre stato un derby duro tra le due tifoserie e ne ha fatto le spese il minuto di raccoglimento ad inizio gara per le vittime del recente terremoto ad Ischia.

Il nuovo Trapani

Mister Calori dà ancora fiducia al 4-3-3, ma propone Aloi al posto di Fornito, spostando Maracchi a sinistra. In difesa deve fare a meno di capitan Pagliarulo e propone la coppia centrale Silvestri-Legittimo. Fazio e Visconti sulle due fasce. Il metronomo del centrocampo granata è Taugordeau che sarà anche un po’ lento nella manovra ma riesce a pennellare la palla sui piedi dei compagni. Maracchi aveva fatto bene l’anno scorso in serie B ed in questo campionato farà ancora meglio. Recupera palloni su palloni ed è sempre più propositivo. Davanti i due esterni, Ferretti e Marras, devono vincere la voglia di fare subito tutto e bene. Un po’ più di calma gli consentirebbe di dare un contributo decisivo alla squadra. Davanti c’è Murano che ha fiuto del gol. A volte si nasconde e prende fiato ma quando c’è da mettere la palla in rete è sempre in zona. Ultimo ma non ultimo, il portiere Furlan. Senza fronzoli, essenziale, sicuro nelle uscite. Dei nuovi entrati più che mai interessante il giovane Minelli, Girasole appena arrivato da rivedere, Reginaldo in attesa della forma migliore.

Il Siracusa

Mister Bianco ha prova a mettersi a tre ma durante la gara la difesa è stata anche a quattro. Da segnalare soltanto qualche giocata di Mancino. L’ex granata Spinelli fa la sua parte a centrocampo ma non è certo un ragazzino. Una squadra che potrà togliersi qualche soddisfazione ma difficilmente potrà essere tra quelle protagoniste del campionato di serie C.

Serie C (girone C) – 1° giornata

Trapani-Siracusa 1-0

Catania-Racing Fondi 1-1

Matera-Akragas 1-0

Monopoli-Cosenza 3-1

Paganese-Bisceglie 0-2

Virtus Francavilla-Lecce 1-1

Catanzaro-Casertana (20,30)

Fidelis Andria-Juve Stabia (20,30)

Rende-Reggina (20,30)

Riposa: Sicula Leonzio

Secondo turno già con una trasferta difficile per il Trapani che dovrà affrontare il Lecce.

 

 

Commenti

commenti