• Home »
  • Politica »
  • FAVIGNANA, SENATRICE ORRU': “DAL PROSSIMO ANNO LA TONNARA AVRA’ LA SUA QUOTA TONNO DA PESCARE”

FAVIGNANA, SENATRICE ORRU': “DAL PROSSIMO ANNO LA TONNARA AVRA’ LA SUA QUOTA TONNO DA PESCARE”

Il testo dell’emendamento non poteva essere più chiaro: “A decorrere dal 2018, con decreto del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, sono incluse nella ripartizione delle quote aggiuntive di tonno rosso previste per l’Italia, tutte le tonnare fisse elencate nell’allegato C al decreto del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali del 17 aprile 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.120 del 26
maggio 2015, che presentino la relativa richiesta”. E’ la chiave di volta per riattivare la Tonnara di Favignana. Ed è un emendamento che porta la firma della senatrice del Pd Pamela Orrù. Emendamento inserito nel decreto Mezzogiorno, approvato a Palazzo Madama. La parlamentare dem entra nel merito dell’emendamento: “Tra le sei tonnare fisse italiane, riconosciute dal decreto ministeriale  è inserita anche la tonnara fissa di Favignana che, pertanto, dal 2018 potrà essere inclusa nella ripartizione delle quote tonno di pesca aggiuntive assegnate dalla Unione Europea all’Italia”. Obiettivo raggiunto dopo atti ispettivi ed iniziative parlamentari. “L’approvazione dell’emendamento da me proposto – ha sottolineato la senatrice Orrù – è un importante risultato che darà di nuovo vita alla tonnara fissa di Favignana, un patrimonio culturale del nostro territorio ma anche un’occasione per creare nuova economia. La tonnara di Favignana potrà costituire un modello produttivo di economia del mare sostenibile”. E’ la svolta perché, anche quest’anno, per Favignana c’era stata soltanto una “pacca” sulla spalla ed il “contentino” – utilizzato nel 2016 ma rifiutato nel 2017 – della tonnara turistica, con il rito della pesca che veniva poi concluso ributtando in mare i tonni catturati. Una sorta di finzione della mattanza a puro scopo turistico che tuttavia non ha avuto il successo sperato. Ora la tonnara fissa di Favignana avrà pari dignità con le altre che avevano ottenuto le quote tonno.

Commenti

commenti