INCENDI, L’UNITA’ DI CRISI IN PREFETTURA E L’INCENDIO A CALAMPISO

L’incendio, di vaste proporzioni, è divampato, nella mattinata di ieri, nella zona di Sauci Piccolo e Sauci Grande, nel territorio di San Vito Lo Capo. Le fiamme incontrollate hanno poi raggiunto il Villaggio Turistico di Calampiso, che è stato evacuato per motivi di sicurezza. Operazioni di spegnimento difficilissime. Fondamentale l’intervento di un canadair e di un elicottero. Nel Villaggio di Calampiso erano presenti 780 ospiti. Di questi, 707 sono stati allontanati dalla struttura ricettiva con le unità navali e con imbarcazioni private. Hanno così potuto raggiungere il porto di San Vito senza alcun problema. Erano quasi tutti in buone condizioni, soltanto pochi sono stati sottoposti a cure mediche per una sospetta intossicazione da fumo. Gli ospiti del Villaggio – arrivati a San Vito – sono stati accolti e rifocillati negli edifici scolastici del Comune. La Prefettura di Trapani ha attivato immediatamente l’unità di crisi per le operazioni di spegnimento dell’incendio. Sul posto sono intervenute le squadre dei Vigili del Fuoco, della Forestale, le Forze dell’Ordine e la Capitaneria di Porto. L’unità di crisi in Prefettura è in costante contatto con le sale operative degli enti che vigilano sull’area interessata dall’incendio. La sua attività proseguirà fino al cessato pericolo di ulteriori incendi. I Vigili del Fuoco hanno accertato che non sussistevano le condizioni per un rientro degli ospiti al Villaggio. La maggior parte hanno deciso d’interrompere la vacanza e sono tornati a casa. “Tutte le forze in campo – si legge in una nota della Prefettura – hanno operato in condizione di estrema difficoltà in considerazione che uomini e mezzi sono stati impegnati, già nei giorni precedenti, in numerosi interventi di spegnimento su più fronti d’incendi, che hanno interessato, in particolare, vaste zone del Comune di Castellammare del Golfo, con l’evacuazione, in via precauzionale, degli abitanti delle zone coinvolte”.

Commenti

commenti