• Home »
  • Politica »
  • VALDERICE, SINDACO SPEZIA: “STABILIZZAZIONI AVVIATE E PROGETTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA”

VALDERICE, SINDACO SPEZIA: “STABILIZZAZIONI AVVIATE E PROGETTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA”

Un avvocato, un assistente sociale, un geometra ed un operaio generico. Si tratta di quattro figure professionali e lavorative del Comune di Valderice che hanno raggiunto la stabilizzazione e che escono dal sistema del precariato degli enti locali. “Dopo diversi anni – ha sottolineato il sindaco Mino Spezia – il Comune torna ad assumere. Sono stati stabilizzati con un contratto a tempo indeterminato. E’ stato così avviato un percorso che mira a porre fine alla storia infinita del precariato che avrà ulteriori conferme nel 2017 e nel 2018″. Per il primo cittadino “ciò è possibile in virtù dell’opera di risanamento finanziario posto in essere da quest’amministrazione, che ha permesso di raggiungere un obiettivo importante nell’ambito delle politiche attive del lavoro”. Risanamento che si è concretizzato con il via libera al bilancio di previsione del 2016 che ha consentito di liberare risorse che “sono state destinate all’acquisto ed all’installazione di un impianto di videosorveglianza per i siti e luoghi più sensibili”. Il sindaco Spezia entra nel merito dell’iniziativa: “E’ stato dato incarico ad un professionista di redigere un progetto per la realizzazione di un sistema di video-sorveglianza distribuito su tutto il territorio di Valderice da presentare nell’ambito del PON-legalità 2014-2020 recentemente presentato in un’apposita conferenza che si è svolta presso la Prefettura di Trapani. L’obiettivo è quello di tutelare i luoghi pubblici da atti di vandalismo, nonché di prevenire e contrastare condotte che rappresentano una minaccia per l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”. Il sindaco punta sul progetto: “Se finanziato, rappresenterebbe, unitamente all’attività di controllo e repressione posta in essere dalle forze dell’ordine, un segnale importante per la sicurezza dei cittadini ed avrebbe un effetto deterrente rispetto a comportamenti disvalenti”.

Commenti

commenti