• Home »
  • Cultura »
  • TEATRO TITO MARRONE: “CO.DI.CI” SCRIVE AL DIRIGENTE DELLA REGIONE: “CHIAREZZA SULL’AFFIDAMENTO AL LUGLIO MUSICALE”

TEATRO TITO MARRONE: “CO.DI.CI” SCRIVE AL DIRIGENTE DELLA REGIONE: “CHIAREZZA SULL’AFFIDAMENTO AL LUGLIO MUSICALE”

Per l’associazione “CO.DI.CI” che qualcosa che non quadra sull’affidamento del Teatro “Tito Marrone” al Luglio Musicale Trapanese. L’onorevole Nino Oddo ha annunciato l’accordo: convenzione per 10 anni a costo zero per il Luglio che avrà però la responsabilità della manutenzione ordinaria e straordinaria del sito che si trova all’interno del Polo Universitario. L’associazione ha deciso di scrivere al dirigente generale dell’assessorato alla Funzione Pubblica Giovanni Bologna per comprendere come stanno realmente le cose. “CO.DI.CI” pone già una questione. Il Luglio ha detto sì ma è un ente che ha come suo punto di riferimento il Comune di Trapani che lo finanzia, ora anche per statuto del Luglio, con 430 mila euro all’anno. Il Luglio è del Comune. L’associazione rimanda infatti ad una nota del sindaco Vito Damiano che è quanto mai esplicita: “Fintanto che non verranno sanati i difetti strutturali evidenziati nelle note tecniche allegate nonchè quant’altro dovesse emergere a seguito di più approfondita analisi strutturale, certamente necessaria prima di qualsivoglia affidamento”. E’ una nota dello scorso 14 marzo ed è stata inviata all’assessorato regionale al Bilancio. C’è anche il precedente del tentativo dei Comuni di Trapani e di Erice di utilizzare il Teatro ma la Regione sarebbe stata disponibile a metterlo a disposizione soltanto su pagamento di un canone. L’accordo annunciato alla stampa prevederebbe invece una soluzione a canone zero e per 10 anni. Nel caso del Luglio verrebbero archiviate le preoccupazioni del Comune perché il Teatro è da tempo inutilizzato e di conseguenza gli interventi strutturali indicati da Damiano diverebbero all’ordine del giorno di chi si occuperà della struttura.

Commenti

commenti