PETROSINO, COMITATO ORDINE E SICUREZZA E GLI EPISODI INTIMIDATORI

La formula intinerante del Comitato provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza funziona e l’ultima tappa è stata a Petrosino. Il Prefetto Giuseppe Priolo ha incontrato i rappresentanti delle forze dell’ordine e gli amministratori del Comune. Attenzione putata sugli episodi intimitatori che hanno colpito il Comune ed il suo sindaco Gaspare Giacalone. L’ultimo atto intimidatorio i due colpi di fucile ad aria compressa alla finestra della stanza del primo cittadino. A febbraio è stato dato fuoco ad un’altra finestra del Comune, mentre nel 2013 venne rubata la fascia tricolore. A ciò devono aggiungersi le lettere anomine contro Giacalone. Il sindaco, presente alla riunione del Comitato, ha ribadito la volontà di andare avanti ed ha sottolineato di essere affiancato da una “squadra” unita nel percorso di contrasto ad ogni forma di prevaricazione. Il Prefetto Priolo ha invitato amministratori e forze dell’ordine a collaborare sempre di più con un flusso continuo d’informazioni che può essere utile per le indagini ma anche per l’azione amministrativa. Priolo ha anche auspicato che si possano svolgere delle riunioni locali con cadenza almeno mensile per avere la situazione sotto controllo costante. I rappresentanti delle forze dell’ordine hanno registrato una riduzione dei reati predatori ed un aumento degli arresti, dati che confermano l’esito positivo delle attività di prevenzione.

Commenti

commenti