• Home »
  • Sport »
  • PERUGIA-TRAPANI 1-1. CORONADO LA MARCIA IN PIU’ GRANATA. NEGATO UN RIGORE SU PETKOVIC

PERUGIA-TRAPANI 1-1. CORONADO LA MARCIA IN PIU’ GRANATA. NEGATO UN RIGORE SU PETKOVIC

Non poteva essere l’ennesima beffa e non è stata. Il Trapani esce imbattuto dal Renato Curi avendo giocato una buona partita. Nel finale di gara un contatto in area su Petkovic avrebbe meritato il rigore. Finisce 1-1 con il Perugia. Ma i granata sono vivi. Hanno giocato come sanno fare e con un po’ di fortuna – che al momento passa da qualche altra parte – avrebbero potuto portare a casa tre punti. Il Perugia alla prima ed unica occasione vera, da rete, e questo dice tanto sulla partita dei granata, era riuscito a passare in vantaggio. Era il 39′ del secondo tempo, Del Prete era riuscito a mettere la palla in area e Nicastro anticipando Pagliarulo l’aveva messa dentro. Ma il Trapani non si è fatto prendere dallo sconforto e dopo più di un minuto ha pareggiato con Coronado. Ed è qui la novità granata. Il fantasista brasiliano è stato lanciato nella mischia da Cosmi al 21′ del secondo tempo ed il Trapani ha subito avuto una marcia in più. Il trequartista granata gioca tra le linee e dà vivacità alla squadra. Salta l’uomo e manda i suoi in superiorità numerica. Si è infilato in area su un suggerimento di Colombatto e non ci ha pensato una sola volta a fare secco Rosati. Un gran bel Trapani anche nel primo tempo. All’11 Canotto, schierato a sorpresa da Cosmi, che ha cambiato tanto, mette in area per Barillà che arriva di destro e non riesce a dare la giusta forza alla palla. Ancora Trapani al 18′. Canotto si lancia in area di rigore e si ritrova da solo ma con le spalle alla porta. E’ solo ma il suo colpo di testa va fuori perché il centrocampista granata pensava di essere in fuorigioco. Cosmi ha mischiato le carte in avanti mettendo Petkovic come boa d’attacco e con Barillà e Canotto ad affiancarlo da destra e da sinistra. Modulo che ha messo il Perugia in difficoltà perché la squadra di mister Bucchi era senza punti di riferimento. Il Perugia riesce ad essere pericoloso soltanto in una occasione con Guberti che entra in area dalla sinistra ed invece di mettere al centro tira in porta ma la difesa dei granata è pronta e manda in calcio d’angolo. E’ il 34′ del primo tempo. Fino a quel momento il Perugia non era mai stato pericoloso. Al 35′ Di Carmine si lancia in area di rigore ma Guerrieri lo anticipa. Nel secondo tempo la partita non cambia. Il Trapani è ben messo in campo e non lascia spazi ai padroni di casa. Mister Bucchi prova a cambiare qualcosa. Ricci al posto di Zebli, poi Del Prete al posto di Imparato, la sostituzione più azzeccata perché Del Prete ha messo la palla in area per il momentaneo vantaggio del Perugia con il colpo di testa di Nicastro. Al 35′ spazio anche per Rolando Bianchi che, entrato da poco, di testa prova a sorprendere Guerrieri, ma la palla finisce fuori di poco. Coronado per Barillà, Nizzetto per Canotto e Ciaramitaro per Colombatto sono state le scelte di Cosmi. Negli ultimi minuti di gara è soltanto Trapani che tiene palla e soprattutto tiene distante il Perugia dalla sua area di rigore. Ma al 46′ del secondo tempo, in pieno recupero, l’arbitro nega un calcio di rigore netto su Petkovic. Poi tutti negli spogliatoi.

Il tabellino

Perugia: Rosati, Imparato (20’st Del Prete), Volta, Monaco, Di Chiara, Zebli (13’st Ricci), Brighi, Acampora (28’st Bianchi), Guberti, Nicastro, Di Carmine. A disposizione: Elezaj, Didiba, Dezi, Chiosa, Buonaiuto, Drole. All. Cristian Bucchi

Trapani: Guerrieri, Casasola, Pagliarulo, Figliomeni, Fazio, Colombatto (43’st Ciaramitaro), Scozzarella, Barillà (21’st Coronado), Rizzato, Canotto (28’st Nizzetto), Petkovic. A disposizione: Farelli, Daì, Legittimo, Visconti, Citro, Ferretti. All. Serse Cosmi

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

Assistenti Marco Citro di Battipaglia e Dario Cecconi di Empoli

Quarto uomo: Niccolò Pagliardini di Arezzo

Reti: Nicastro 39’st, Coronado 41’st
Note: Ammoniti Acampora, Brighi, Monaco, Nicastro nel Perugia – Canotto, Figliomeni, Fazio, Scozzarella nel Trapani; Recuperi: 1’pt-4’st; Corner: 5-3

La pagelle dei granata

Guerrieri 6: una sufficienza di fiducia. Deve essere più sicuro e soprattutto più lucido. Non può regalare un calcio d’angolo senza alcun motivo e sul colpo di testa di Nicastro che porta il Perugia in vantaggio poteva essere più reattivo. Ma per il resto della gara ha fatto il suo dovere fino in fondo

Casasola 6: tiene bene la fascia. Manda in angolo un tiro di Guberti che avrebbe potuto fare male al Trapani. Dovrebbe velocizzare di più quando ha la palla ma sta crescendo partita dopo partita

Pagliarulo 6: il capitano fa l’uomo d’ordine ma si fa sorprendere sul colpo di testa di Nicastro. Qualche appoggio poteva essere fatto meglio ma al centro della difesa è sempre una sicurezza

Figliomeni 6,5: gran bella partita per il difensore granata. Gioca con personalità e sbaglia quasi nulla. Prova a dare una mano anche all’impostazione dell’azione granata e prova a non buttare mai la palla

Fazio 5,5: non riesce ancora ad essere il miglior Fazio. Spinge sulla fascia ma non è mai in grado di lanciare la squadra sulla fascia destra. Fa arrabbiare Cosmi per qualche appoggio così così.

Colombatto 6: in mezzo al campo con Scozzarella fa il regista ma anche l’incontrista quando serve. E’ giovane ed è anche in forma. Mette la palla dell’1-1 sui piedi di Coronado. Può fare di più e per il Trapani non potrà che essere una buona notizia

Scozzarella 6: E’ al 70% delle sue possibilità e capacità, ma è già importante averlo in questa condizione. Fa il regista della squadra e prova a prenderla per mano. Ci riesce spesso ma potrebbe sicuramente fare di più

Barillà: 6,5: corre in lungo ed in largo. Si posiziona sulla fascia sinistra e fa la seconda punta se serve. Ha una grande occasione nel primo tempo ma gli capita sul destro. Ci prova di sinistro dal limite ma il tiro è debole. Viene sostituito al 21′ del primo tempo e forse non la prende bene perché avrebbe voluto giocare ancora. Ma al suo posto entra Coronado che è stato decisivo per portare a casa il pareggio

Rizzato 6: la fascia sinistra è solo e soltanto sua. Prima ferma Improta e poi Brighi. Il Trapani spinge molto sulla sua fascia e la qualità si vede

Canotto 6,5: si lancia sulla fascia destra e fa male perché mette la palla per l’1-0 sui piedi di Barillà. Se ci avesse creduto di più avrebbe potuto fare meglio da solo in area di rigore ma con le spalle alla porta ed un colpo di testa che va fuori lentamente. Corre tanto e la stanchezza si fa sentire. Sostituito per crampi

Petkovic 6: sta crescendo a piccoli passi ma oggi ha fatto in pieno il suo dovere. Ha fatto il difensore aggiunto nei calci d’angolo del Perugia ed ha fatto sentire la sua stazza. Ha cercato di fare alzare la squadra nelle ripartenze e si è anche procurato un rigore netto e sacrosanto che però l’arbitro Di Martino gli ha negato

Coronado 7: con lui in campo il Trapani è un’altra cosa. Riesce a verticalizzare di più e ad essere imprevedibile. Quando Colombatto gli allunga la palla in area, entra e non sbaglia, consentendo alla sua squadra di ottenere un pareggio più che meritato. Il suo rientro è una gran bella notizia per il Trapani

Nizzetto 5,5: entra al posto di Canotto ma non riesce ad entrare in partita come avrebbe dovuto e potuto. Lui va al piccolo trotto, il Trapani corre per non uscire sconfitto dal Curi. Se Cosmi l’ha lasciato in panchina ci sarà anche stato un motivo ed il suo ingresso in campo l’ha confermato

Ciaramitaro s.v.: ha il compito di tenere la squadra tranquilla negli ultimi minuti. Si procura una punizione di mestiere che fa rifiatare i suoi. E’ sempre una garanzia sia che vada in campo dal primo minuto che negli ultimi momenti della gara

Cosmi 6,5: stupisce tutti con una squadra inedita. Figliomeni al posto di Legittimo. Canotto e Barillà a non dare riferimenti avanti con Petkovic unica punta. A centrocampo mette Scozzarella e Colombatto che si dividono il centrocampo e danno ordine al gioco del Trapani. Mister soddisfatto.

Dichiarazione di mister Cosmi

“Vorrei commentare la prestazione della squadra dopo l’1-1. Ho rivisto il Trapani che conoscevo. Gli ultimi 9′ della gara li abbiamo giocati nella metacampo del Perugia. Dopo l’1-1 ho visto capacità, orgoglio. Potevamo fare la squadretta ed invece abbiamo giocato come sappiamo”.

 

Quattordicesima giornata serie B – andata

Spal-Brescia 3-2 (ieri)

Vicenza-Latina 0-1 (ieri)

Perugia-Trapani 1-1

Benevento-Cittadella 1-0

Carpi-Avellino 1-1

Cesena-Pisa 2-0

Entella-Pro Vercelli 0-0

Frosinone-Ascoli 3-1

Salernitana-Ternana 4-2

Verona-Novara 0-4

Bari-Spezia ore 20,30

CLASSIFICA: Verona 30 punti, Frosinone 27, Cittadella 25, Benevento, Spal 24, Entella, Perugia 23, Carpi 21, Brescia 18, Novara, Spezia 17, Salernitana, Bari, Latina 16, Pisa, Pro Vercelli, 15, Ascoli 14, Cesena, Avellino, Vicenza 13, Ternana 12, Trapani 10.

 

 

Commenti

commenti