• Home »
  • Sport »
  • LATINA-TRAPANI 2-0, I GRANATA NON SONO AL MEGLIO MA LA FORTUNA GIRA DA UN’ALTRA PARTE

LATINA-TRAPANI 2-0, I GRANATA NON SONO AL MEGLIO MA LA FORTUNA GIRA DA UN’ALTRA PARTE

Il Trapani può soltanto provare ad andare a Lourdes. Non gira per i granata. Il Latina vince 2-0 colpendo in 3′. Al 37′ Legittimo atterra in area Paponi ed è calcio di rigore. Va sul dischetto Boakye e spiazza Guerrieri. E’ la prima vera azione offensiva del Latina che fino a quel momento aveva subito il pressing dei granata che erano entrati in campo con il piglio giusto. Al 9′ Coronado lancia Citro che prova a piazzare la palla con il suo sinistro ma Pinsoglio è attento e respinge. Al 23′ Nizzetto ci prova con un tiro dalla distanza, soprende Pinsoglio che però riesce a deviare la palla. Al 36′ la prima tegola che si abbatte sul Trapani. Si fa male, ancora una volta, Coronado e deve lasciare il campo. Al suo posto Barillà, che è uno degli sfortunati protagonisti di una gara sfortunata. Sul suo sinistro la palla dell’1-1 dopo un minuto dal rigore. Ferretti ruba palla in area di rigore, serve Citro che mette al centro dell’area per accorrente Barillà che avrebbe soltanto dovuto segnare un calcio di rigore in movimento, prova a piazzare la palla e consente a Pinsoglio di fare il “miracolo”. Al 40′ il Trapani lascia fare al Latina, Rocca dalla sinistra mette al limite dell’area, arriva Acosty e fa 2-0. La partita è già compromessa. Un secco 2-0 che il Trapani non meritava. Ma la fase no è stata confermata anche nel secondo tempo. Al 3′ ancora Barillà, ruba palla in area di rigore e prova una girata di sinistro che sfiora il palo con Pinsoglio battuto. Non è certo il miglior Trapani ma è sempre più evidente che qualsiasi giocata trova sempre qualche problema nei momenti decisivi. Nella seconda parte della gara il Latina rimane nella sua trequarti e prova a giocare in contropiede. Mister Cosmi le tenta tutte, mette dentro Petkovic al posto di Legittimo e mette la difesa a 4 con Fazio, Casasola, Pagliarulo e Rizzato, ma cambia poco. Il Trapani nella manovra non è secondo a nessuno ma trova grandi difficoltà a fare l’ultimo passaggio e soprattutto a vedere la porta. Citro dal primo minuto ha vivacizzato la fase offensiva ma c’è ancora tanto da fare. Al 9′ è Citro a provare con il suo sinistro ma Pinsoglio non si fa sorprendere. La condizione attuale del Trapani può essere sintetizzata con quello che accade al 40′ del secondo tempo quando Guerrieri decide di uscire dalla sua area per travolgere Paponi nella trequarti. L’arbitro Chiffi non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso. Il Trapani aveva da poco fatto la terza sostituzione con De Cenco al posto di Colombatto ed i granata sono così rimasti senza portiere. E’ così toccato a Fazio prendere il posto di Guerrieri e l’ha fatto nei migliore dei modi con un gran parata su tiro dalla distanza del Latina. Sfida ormai impari e granata che toccano il fondo. Da stasera sono, da soli, ultimi in classifica. Cinque pareggi e tre sconfitte consecutive. Il Trapani non ha mai vinto e non è mai riuscito a passare in vantaggio. Il Latina non ha fatto nulla di più dell’ordinaria amministrazione ed ha portato a casa 3 punti importanti. Mister Vivarini propone un 3-4-3 per affrontare il 3-5-2 di Cosmi. Il tecnico granata chiama tutti a raccolta: “Non dobbiamo perdere fiducia. Un po’ ce le creiamo noi. Gli episodi non ci aiutano. Abbiamo le forze e le capacità per recuperare. Siamo abbattuti per i risultati ma basta poco per tornare in corsa”. Cosmi recrimina sull’episodio di Petkovic: “Vorrei rivederlo”.

Il tabellino

Latina: Pinsoglio, Bruscagin, Dellafiore, Coppolaro, Di Matteo, D’Urso (32’st Bandinelli), Mariga, Rocca (16’st De Vitis), Acosty (16’st Scaglia), Paponi, Boakye. A disposizione: Tonti, Varga, Corvia, Maciucca, Marchionni, Amadio. All. Vincenzo Vivarini

Trapani: Guerrieri, Casasola, Pagliarulo, Legittimo (8’st Petkovic), Fazio, Coronado (35′ Barillà), Colombatto (37’st De Cenco), Nizzetto, Rizzato, Citro, Ferretti. A disposizione: Farelli, Figliomeni, Balasa, Visconti, Ciaramitaro, Machin. All. Serse Cosmi

Arbitro: Daniele Chiffi di Padova

Assistenti: Enrico Caliari di Legnago ed Andrea Tardino di Milano

Quarto uomo: Vincenzo Valiante di Salerno

Reti: Boakye (r) 38′, Acosty 41′
Note: Ammoniti Legittimo, Citro nel Trapani; Espulso Guerrieri (T) al 40’st; Recuperi: 3’pt-5’st; Corner: 4-1

Le pagelle dei granata

Guerrieri 5: non è il suo momento. Non può fare nulla sul rigore, il raddoppio del Latina non è una sua responsabilità. E’ invece poco comprensibile l’uscita “kamikaze” su Paponi che gli frutta l’espulsione e senza cambi più a disposizione in porta è andato Fazio

Casasola 6,5: gran bella partita quella dell’esterno di difesa del Trapani. Tante diagonali importanti, in area di rigore si fa sentire e prova anche ad impostare l’azione dalla difesa

Pagliarulo 6: si piazza al centro della difesa e fa il suo dovere fino in fondo. Prova a dare sicurezza al reparto difensivo e ci riesce quasi sempre

Legittimo 5: ingenuo sul calcio di rigore, si fa superare in velocità da Paponi e lo stende colpendolo sul ginocchio, rigore netto e decisivo perché sblocca il risultato e mette il Latina nelle condizioni di giocare in una condizione più facile per affrontare la gara

Fazio 6,5: difende la sua fascia, prova a fare male in avanti ed un mezzo punto in più lo merita perché ha fatto anche il portiere salvando il Trapani dal terzo gol

Coronado 6: fino al 36′ è il Trapani di Coronado. Il fantasista brasiliano accende la luce ed è il più lucido dei suoi. Ma deve lasciare il campo per un nuovo infortunio. Esce ed il Trapani si spegne

Colombatto 5,5: ha nelle sue mani le chiavi del centrocampo granata, ma non riesce ad essere leader in campo. Sbaglia qualche appoggio di troppo. Non è il miglior Colombatto ed al Trapani servirebbe invece una sua marcia in più

Nizzetto 5,5: comincia a sinistra, poi passa a destra. Un suo tiro a metà del primo tempo mette in difficoltà Pinsoglio ma non è mai decisivo. Nel secondo tempo cala vistosamente

Rizzato 6: spinge sulla fascia sinistra e difende con i denti la sua fascia. Fa il suo dovere fino in fondo

Citro 6: alla prima da titolare e fa sentire il suo peso. Avrebbe potuto festeggiare la prima da titolare con un gol ma Pinsoglio gli toglie la gioia della rete con un intervento in tuffo. Si propone per costruire l’azione e prova a fare reparto assieme a Ferretti. Sta tornando al meglio delle sue condizioni

Ferretti 6: ruba una gran palla che cede a Citro che, a sua volta, mette Barillà nelle condizioni di pareggiare dopo un minuto la gara. Recupera tanti palloni e si propone per l’azione offensiva. Non vede però mai la porta perché non è mai nelle condizioni di tirare in porta

Barillà 5: peccato per il centrocampista calabrese. Poteva essere la sua gara. Ha avuto la palla del pareggio. Nel secondo tempo, all’inizio della gara, ruba palla ma il suo sinistro finisce fuori da poco.

De Cenco s.v.: Cosmi lo lancia nella mischia negli ultimi minuti di gara ma non riesce ad entrare in partita

Cosmi 6: il tecnico granata non può fare altro, in questa fase, che infondere fiducia per le prossime gare. Mister Cosmi crede nella sua squadra e la sta difendendo con i denti

Ottava giornata serie B andata

Novara-Ascoli 1-0 (ieri)

Cittadella-Frosinone 2-3 (ieri)

Latina-Trapani 2-0

Verona-Brescia 2-2

Pro Vercelli-Ternana 1-0

Bari-Entella 1-1

Spezia-Carpi 0-1

Perugia-Avellino 3-0

Vicenza-Cesena 0-0

Pisa-Spal 0-1

Salernitana-Benevento

CLASSIFICA: Cittadella 18 punti, Verona 17, Benevento 14, Carpi, Spezia 13, Entella, Perugia, Pisa 12, Brescia, Spal, Frosinone 11, Bari 10, Pro Vercelli 9, Cesena, Latina, Novara 8, Ascoli, Ternana 7, Salernitana, Avellino, Vicenza 6, Trapani 5.

Commenti

commenti